28 febbraio 2015

Messico: flottillas di sfere di luce sorvola Città del Messico. Il filmato!!

Una flottiglia di sfere di luce, hanno attraversato il cielo molto lentamente verso la zona metropolitana di Mexico City, nella zona di Atizapán de Zaragoza. L’avvistamento della flotta di UFO risale al 29 gennaio 2015 e solo dopo un mese, il ricercatore del centro ufologico CIRCAC José Luis Rueda, è riuscito ad investigare il caso e a presentare il filmato registrato dal testimone.




Gli oggetti (circa una decina) sono stati registrati con telecamera in modalità “infraosso” e lentamente si spostavano nel cielo di Atizapàn, attraversando anche la capitale Mexico City in formazione ordinata. Le sfere di luce provenivano dalla zona montuosa di si trova Santa Ana Jilotzingo. Guardate il filmato!



Fonte: http://www.segnidalcielo.it/

Morto Leonard Nimoy, il signor Spock di Star Trek

http://www.glialienitranoi.it/


È morto al’età di 83 anni l’attore Leonard Nimoy, il celebre dottorSpock, primo ufficiale della nave stellare Enterprise della serie di fantascienza anni '60 Star Trek. Nimoy soffriva da tempo di una gravissima malattia polmonare: la broncopneumatopatia cronica ostruttiva che blocca progressivamente il flusso di ossigeno ai polmoni. Il tutto nonostante avesse smesso di fumare oltre 30 anni fa. Lo aveva annunciato su Twitter lo stesso Nimoy a febbraio del 2014 commentando: "Comunque troppo tardi". Nimoy era stato ricoverato in gravi condizioni 3 giorni fa in un ospedale di Los Angeles. Ora l’unico protagonista della storia rimasto in vita è il capitano Kirk, William Shatner. L’ultima sua interpretazione è stata nel 2013 nell’ultimo film della saga Star Trek: in to the darkness.

Fonte: http://www.liberoquotidiano.it/


UFO ripreso vicino alla stazione spaziale




Questo UFO è stato ripreso nei pressi della stazione spaziale in questa settimana.Sono molti gli avvistamenti che si registrano.Vedi il video sotto.


Fonte: http://www.ufosightingsdaily.com/

Tour sugli UFO al Museo di Storia Naturale di New York

Se pensate che gli incontri con UFO e extraterrestri non possano accadere nella città di New York, dovete ripensarci. Tra le mura di uno dei più grandi musei del mondo si svolge una straordinaria avventura extraterrestre intitolata ‘UFO Phenomena Tour’.

L’UFO Phenomena Tour creato dagli investigatori sul paranormale Pete e Stew Kandel (noti come il dottor Pete e il dottor Stew) e autorizzati nelle guide turistiche della città di New York come “Ghost Doctors” utilizzeranno le immense gallerie e i realistici diorami dell’American Museum of Natural History/Hayden Planetarium con lo scopo di creare la sola avventura UFO di New York, che approfondisce i segreti che stanno dietro questo straordinario mistero.

Inoltre, l’UFO Phenomena Tour è diverso da qualsiasi altra visita di questo genere a New York. Questo tour interattivo cammina tra la gente attraverso una vasta gamma di temi legati agli UFO. Durante la passeggiata nei corridoi dell’American Museum of Natural History/Hayden Planetarium, i Ghost Doctors e i loro gruppi di gente in cerca di UFO viaggeranno letteralmente attraverso il tempo e lo spazio, oltre i pianeti e le stelle, tuffandosi, persino, nelle profondità dei mari e degli oceani mentre esplorano questo fenomeno extraterrestre.

“L’American Museum of Natural History/Hayden Planetarium è un posto incredibile da visitare, ma quando si lega il mistero degli UFO a gallerie che non solo attraversano i cieli e la terra, ma anche la storia umana si crea l’ambiente ideale in cui vari aspetti del fenomeno UFO possono essere esplorati“, dichiara il dottor Stew.

E nell’esplorazione che effettuano, con l’uso di varie tecnologie audio visive, i Ghost Doctors scoprono una litania di avvistamenti di UFO nella storia. E dagli avvistamenti registrati migliaia di anni fa fino agli incontri odierni, i partecipanti al tour scalano la linea temporale di questo enigma.

Inoltre i partecipanti al tour dei Ghost Doctors potranno scoprire i “dadi e i bulloni” su come si svolge una vera indagine UFO. Questa include temi come quello di distinguere oggetti aerei come aeroplani e uccelli comunemente scambiati per reali UFO che sconcertano anche gli esperti più esperti.

Quindi, se ci capitasse di incontrare un piccolo E.T. con un collo molto lungo e gli occhi grandi che chiede “telefono casa“, potremmo dirgli di cercare l’UFO Phenomena Tour e i loro Ghost Doctors ed otterranno un messaggio…là fuori!


Fonte: ufoedintorni.wordpress.com

27 febbraio 2015

IMPORTANTE SCOPERTA: MANUFATTI ALIENI RITROVATI A GERUSALEMME



"Questi antichissimi reperti riscriveranno completamente la storia dell'antico Egitto e dell'Umanità!" 
ha detto il prof. Raffazzi Drago interpellato al telefono. I manufatti, che raffigurano alieni e astronavi aliene, erano nascosti in una casa precedentemente abitata dall'Egittologo Sir William Petrie a Gerusalemme. Successivamente, poco dopo la loro scoperta erano stati presi in consegna e sottratti alla vista del pubblico dai rappresentanti del Museo Rockefeller. Ora gli scienziati ne sono rientrati in possesso grazie all'intervento di un museo privato di Londra.Non è chiaro dove questi manufatti sono stati ritrovati originariamente. Probabilmente provengono dall'immenso complesso di Giza. Secondo Raffazzi Drago rappresentano l'anello mancante tra la tecnologia Aliena e quella Egiziana.



Fonte: http://apocalisseufo.blogspot.it/

Stati Uniti: avvistato e filmato un disco volante nello stato dell’Arizona

Lo spettacolare filmato che vi presentiamo, ci è stato segnalato dal ricercatore messicano Emanuel Huza e riguarda l’avvistamento di un disco volante ripreso da un cittadino dello stato dell’Arizona (USA).


Il fatto è avvenuto nel pomeriggio del 26 Febbraio 2015, quando il testimone si è accorto della presenza di un oggetto di forma discoidale che volava a bassa quota (forse un centinaio di metri di altezza). Il testimone è riuscito a registrare un breve video di circa 3 minuti, in cui si può osservare il disco volante di colore scuro, che vola a velocità costante senza emettere alcun rumore.Dalle analisi effettuate sul video, si può distinguere la forma del classico disco volante, che visto nei dettagli dei fermo immagine, evdenzia alcuni particolari che fanno presupporre che tale velivolo sia dotato di luci. Ovviamente è stato escluso che si trattasse di un aereo, pallone o drone. Guardate il video!!

di Miguel Hernandez



Fonte: http://www.segnidalcielo.it/

26 febbraio 2015

OGGETTO TRIANGOLARE SU LOS ANGELES.



Un oggetto di forma triangolare è stato osservato e fotografato da un testimone residente a Playa del Rey, cittadina balneare della contea di Los Angeles, California. L’evento è accaduto lo scorso 18 febbraio 2015, nel prime ore del pomeriggio.

L’autore della foto era seduto nella sua auto e stava osservando le nuvole presenti lungo la costa quando l’oggetto è improvvisamente apparso, scomparso e poi riapparso di nuovo per qualche istante, giusto il tempo di scattare la foto, poi divulgata.

Fonte: http://danilo1966.iobloggo.com/




25 febbraio 2015

Cile: un UFO rimane sospeso sopra un hotel nella città di Antofagasta

Il filmato che vi mostriamo, riguarda uno spettacolare avvistamento UFO registrato in Cile, esattamente ad Antofagasta, città portuale che si affaccia nell’Oceano Pacifico e che si trova a circa 1.100 kilometri a nord della capitale Santiago.
A segnalare questo avvistamento è il nostro amico e collaboratore Emanule Huza (Messico) che ci ha postato il video relativo appunto a questo evento. Tutto accade la sera del 24 Febbraio 2015, quando alcune persone cominciano ad osservare una misteriosa luce che era ferma immobile sopra l’‘Hotel & Casino Enjoy Antofagasta. Uno dei testimoni è riuscito con il suo telefonino a registrare la misteriosa luce che era di color giallastro. In attesa di ulteriori dettagli riguardo l’avvistamento, guardate il filmato!

Redazione Segnidalcielo




Fonte: http://www.segnidalcielo.it/

Nuove prove sul caso della campana di Kecksburg

© screenshot youtube; La vérité est ailleurs

Tutti conoscono la storia della campana di Kecksburg che secondo la leggenda si sarebbe schiantata nel lontano 1965, e che ancora oggi, questo evento rimane ancora avvolto dal mistero. Stan Gordon che all'epoca era un bambino ha realizzato un interessante documentario attraverso il quale intende ricostruire il caso di Kecksburg.

Secondo l'autore sarebbero emerse nuove prove e una nuova pista si starebbe delineando per la prima volta. Egli ha spiegato che a quel tempo le autorità gli avevano proibito di parlare dell'accaduto e che se lo avesse fatto sarebbe andato a finire dritto in galera.In quel periodo l'uomo stava lavorando per una società che prestava i suoi servizi per l'esercito. 
Egli racconta che un paio di giorni dopo l'incidente, l'esercito aveva ordinato una quantità enorme di materiale destinato alla base di Wright Patterson.
Era lui il responsabile per la consegna e scarico delle apparecchiature un incarico che gli consentì' di vedere uno strano pennello srotolarsi davanti ai suoi occhi.Spinto dalla curiosità, dopo aver camminato in una stanza vide un enorme oggetto a forma di campana nascosto da un grande velo bianco sul quale stavano lavorando alcuni militari protetti da particolari tute.
L'autore del documentario vide che da sotto il lenzuolo bianco sporgeva una mano con tre dita ricoperta da una pelle simile a quella di una lucertola.Fu in questo frangente che l'esercito lo minacciò qualora avesse parlato. 
Inoltre i militari gli dissero che tutto sarebbe stato reso pubblico entro 20 anni, ma da allora nulla è stato fatto. Stan Gordon, l'autore del documentario ha assicurato che con la sua testimonianza spera di dare un contributo alla verità e di essere disposto a testimoniare davanti a una giuria in modo da dimostrare l'autenticità delle sue affermazioni. Oggi, il caso Kecksburg rimane ancora un mistero, nonostante il considerevole numero di testimoni. Tutti sperano che un giorno il governo si decida a rendere pubblico tutto ciò che sa a riguardo della questione Ufo Fonte di riferimento: mystere-tv

Fonte: http://misteroufo.blogspot.it/

24 febbraio 2015

Napoli: un UFO sorvola la zona del Vesuvio. Il filmato!

Il filmato che vi presentiamo, riguarda l’avvistamento di un UFO documentato nella zona del Vesuvio nel pomeriggio del 19 febbraio 2015. Il filmato è stato registrato dallo Skywatcher Marco Mazzarella, che nel tardo pomeriggio del 19 febbraio 2015, durante uno Skywatcher (osservazione del cielo) ha potuto osservare e riprendere, anche in presenza di altri testimoni, una sfera di luce che volava a velocità non molto elevata, sorvolando la zona perfierica di Napoli e dirigendosi verso il Vesuvio. Già in passato Marco Mazzarella ha registrato oggetti simili che sorvolano queste zone (compresa quella del Vesuvio) e i filmati sono tutti indiscutibili, come è indiscutibile la presenza di questi velivoli alieni nelle zone vulcaniche (vedi Popcatepetl e Colima in Messico). Queste sono altre prove inconfutabili riguardanti la presenza extraterrestre sulla Terra. Rammentiamo che l’oggetto avvistato non poteva essere un drone, un aereo o palloncino. Guardate il filmato!!

Miguel Hernandez



Fonte: http://www.segnidalcielo.it/

"5 MAGGIO 2015: MOSTREREMO LE FOTO DEGLI ALIENI DI ROSWELL" PAROLA DI JAIME MAUSSAN - INTERVISTA ESCLUSIVA DI MAURIZIO BAIATA

La storia della moderna ufologia potrebbe essere a una svolta. Il prossimo 5 Maggio a Città del Messico, durante un convegno nell’Auditorium Nazionale, il giornalista  e ufologo messicano Jaime Maussan presenterà le diapositive che mostrano il corpo di un essere extraterrestre presumibilmente recuperato a seguito dell’incidente UFO di Roswell, avvenuto nel Luglio 1947.

Il convegno “Be Witness – se testigo. El cambio en la historia” (Sii testimone – Un cambiamento storico), per il quale è prevista un’affluenza di 10 mila spettatori, sarà seguibile in diretta streaming via internet in tutto il mondo, collegandosi a: bewitness.mx
Una diretta streaming mondiale, quella del 5 Maggio a Mexico City, che Maussan sta preparando in grande stile. Al convegno parteciperanno oltre a Carey, Schmitt e Dew, l’astronauta Edgar Mitchell e la scienziata Carol Sue Rosin presidente dell’Istituto per la cooperazione nello spazio. Ho raggiunto via Skype Jaime Maussan, che mi ha gentilmente concesso un’intervista, a poche ore dalla sua partenza per Phoenix, dove nella mattina di sabato 21 Febbraio lo si attende come relatore della venticinquesima edizione dell’International UFO Congress, da cinque anni organizzato dalla Open Minds Production di Tempe. 


Maurizio Baiata: Hola Jaime! Grazie per questa skype connection. Seguo il dipanarsi del caso “Roswell Kodachrome Slides” sin dall’inizio, un paio di anni fa, ma adesso abbiamo la certezza e il vostro doppio annuncio, prima di Tom Carey e poi il tuo, accresce l’attesa dell 5 Maggio, quando a Città del Messico presenterete le diapositive. Ti pongo una domanda senza mezzi termini: quella che circola su Facebook è una delle diapositive in questione? 

Jaime Maussan: Sì, ma tratta di una copia di scarsissima qualità dell’originale, che è invece nitido e vi si notano molti dettagli.  

Maurizio Baiata: Mi aspettavo la risposta, perché ci conosciamo bene e francamente mai avrei potuto credere che tu, Tom Carey e Don Schmitt potesse essere incappati in un banale falso, o vi steste rendendo complici di una truffa da imbecilli.  

Jaime Maussan: Non è affatto una truffa. Non solo abbiamo atteso di avere i riscontri tecnici. Abbiamo una persona, una sola, che si trovava nell’hangar di Roswell nel 1947 e che ha confermato che si tratta dello stesso essere che vide. Chiarisco, si tratta dell’unica persona ancora in vita che era lì.  


Maurizio Baiata: Uno dei militari che erano di guardia all’interno dell’hangar di Roswell dove sappiamo che erano stati portati i corpi, è ancora vivo? E a voi ha confermato che vide la creatura che appare nelle diapositive?  


Jaime Maussan: Esattamente. Il caso è reale, Maurizio. Questa è la vera creatura recuperata a Roswell.  

La prima diapositiva, trattata per impedire di distinguerne i particolari



Maurizio Baiata: A questo punto, ho il tuo consenso a mostrare questa fotografia sulla mia pagina facebook e sul mio blog?  

Jaime Maussan: Sì, conosci Don Schmitt e Tom Carey, sono i migliori investigatori del caso Roswell. Hanno intervistato 600 testimoni e molti di loro hanno descritto le creature come simili a piccoli bambini.  

Maurizio Baiata: Ne ero al corrente.



Jaime Maussan: Di rilevanza ancora maggiore è il lavoro forense di ricostruzione delle possibili fattezze dell’essere. Il risultato è stupefacente. Erano come noi, ma nello stesso tempo molto diversi da noi.


Maurizio Baiata: Su quali elementi possiamo essere certi di non ritrovarci in un’altra situazione senza via d’uscita, ovvero lo spettro di una truffa colossale, come l’Alien Autopsy del cosiddetto Santilli Footage?

La seconda foto, anch’essa sfocata.



  

Jaime Maussan: Per tre ragioni: primo, le fotografie sono degli anni 1947-49. Come sarebbe possibile crearne un falso? Secondo: abbiamo dei testimoni e i migliori investigatori del mondo. Terzo: Se esiste qualcuno in grado di provare che si tratta di un falso o che quello è un pupazzo, si faccia avanti e lo deve provare.


Maurizio Baiata: Su questi elementi, concordo totalmente. Ricapitolando. Siete in possesso di due diapositive originali Kodachrome, che sono state entrambe analizzate, giudicate autentiche e dell’epoca. 

Jaime Maussan: Corretto. Inoltre abbiamo un testimone e altro ancora. Appena possibile, ti farò sapere.  

Maurizio Baiata: Quale ruolo ha avuto Anthony Bragalia in questa vicenda?


Jaime Maussan: Non lo conosco personalmente. Non so quanto lui, Schmitt e Carey siano ancora amici, ma fra loro ci sono state delle incomprensioni e delle frizioni, perché Bragalia ha rivelato delle informazioni sulle diapositive che aveva promesso di tenere riservate. Per certo so che Bragalia ritiene che le slides mostrino un vero Extraterrestre.


Maurizio Baiata: Tutti i componenti del Roswell Dream Team sono uniti nel credere che questo materiale sia la prova cercata da sempre?


Jaime Maussan: Posso dire che i rapporti preliminari dimostrano che il corpo non è mummificato. Che si tratta di un adulto e che non è un Umano. I rapporti definitivi e ufficiali saranno nelle mie mani a metà Marzo. E dimostreranno che tutto quello che alcune persone stanno dicendo è privo di senso. Ripeto, la foto che circola sul web è di scarsissima qualità.


Maurizio Baiata: Capisco, ma le foto sono due. Qual è la percentuale di definizione delle immagini?


Jaime Maussan: Abbiamo stabilito che una fu presa senza il flash, l’altra con il flash. Sono entrambe leggermente sfuocate, ma non molto. Probabilmente i fotografi erano nervosi quando le scattarono. Nell’originale (special picture 11) si notano molti dettagli che non appaiono nella copia in circolazione, che direi ha una qualità del 10% circa rispetto all’originale.


Maurizio Baiata: Visto che sei in partenza per Phoenix, scommetto che vedrai una mia vecchia conoscenza, Mr. John Rao, il mio ex capo di Open Minds.


Jaime Maussan: Sì e lo vedrà anche Adam Dew, uno dei proprietari delle fotografie. John vuole acquistarle, una volta che sia stato comprovato che sono reali.


Maurizio Baiata: Parlando di… trasparenza, è certo che la trasmissione in livestream del 5 Maggio sarà visibile a tutti in diretta su internet?


Jaime Maussan: Per seguire tutto il convegno, che avrà inizio alle 19.30 ora di Mexico City, basterà collegarsi a bewitness.mx e sarà tutto in Inglese. Ti prego di rendere noto queste informazioni in Italia. Te ne sarei grato e ora un’ultima cosa. Se avessi pensato che questa non è la pistola fumante, credi che mi sarei imbarcato in un’avventura come questa? No way! (Neanche per idea!)



L’inizio ufficiale di questa storia – nel 2013 ne erano trapelate le prime voci in ambienti ufologici americani – risale al 12 Novembre 2014, in occasione di una conferenza alla Abramson Recital Hall dell’American University a Washington, DC. Ancora una volta, la capitale statunitense faceva da proscenio per spingere l’acceleratore sul Disclosure: presentare lo stato dell’arte delle ricerche e della soppressione della verità sugli UFO affinché la questione ottenesse visibilità mediatica internazionale. Era avvenuto nel 2001 con il Disclosure Program di Steven Greer e ad oggi si è passati per diverse udienze e petizioni del PRG di Steve Bassett, con risultati sconfortanti. Niente Disclosure, niente dichiarazioni ufficiali dal Governo USA.  Sul palco dell’Auditorium della Abramson, l’ex colonnello USAF Charles Halt, testimone cardine dell’incidente della base anglo-americana di Bentwaters, lo scienziato aerospaziale ex NASA Richard Haines, il grande esperto del caso Roswell Thomas Carey e la giornalista indipendente Leslie Kean, autrice del best seller New York Times “UFOs: Generals, Pilots and Government Officials Go On the Record” proclamavano l’ennesimo atto d’accusa contro l’amministrazione USA reo di sopprimere la verità sugli UFO da oltre sei decenni. Ma, a sorpresa, uno dei relatori si presentava con la “pistola fumante”, era Tom Carey, che dichiarava: “Siamo entrati in possesso di due diapositive a colori Kodachrome che mostrano un essere alieno, il cui corpo parzialmente sezionato e privo degli organi addominali giace dietro una teca di vetro. Il cadavere ha una testa molto grande e le sue dimensioni stimate sono di circa un metro”. Le pellicole – specificava Carey – furono sicuramente sviluppate nel 1947. Questo il parere del massimo esperto mondiale di pellicole Kodak, ex dirigente e oggi consulente della multinazionale di Rochester, N.Y., il cui nome verrà fatto nel corso dell’evento di Mexico City.  Il tecnico è stato chiamato ad analizzare i due fotogrammi dal ricercatore Anthony Bragalia, al quale si deve anche la scoperta del proprietario originale delle diapositive, il geologo petrolifero Bernerd A. Ray, che negli anni ’40 lavorava nel Bacino Permiano in New Mexico. Ray era presidente di sezione dell’Istituto americano Geologi Petroliferi e dopo il 1947 sparì dalla circolazione. Per Bragalia, coinvolgere nello studio delle diapositive il cosiddetto Roswell Dream Team, gruppo di ricercatori di cui fanno parte Tom Carey, Don Schmitt, David Rudiak il canadese Chris Rutkowski, era stato gioco forza e, oltre a loro, scienziati e patologi forensi. L’unico rimasto ad osservare è l’ex partner di Schmitt, Kevin Randle il cui blog kevinrandle.blogspot.it è di riferimento per cercare di orientarsi in questa complicata vicenda.  Un punto è chiaro: chi gestisce le diapositive è Adam Dew, videomaker, produttore e regista specializzato in campo sportivo, che le avrebbe ottenute da un’amica di famiglia dei coniugi Berner e Hilda Ray, che le aveva rinvenute all’interno di un baule custodito nella soffitta della casa di Hilda a Sedona, Arizona, insieme a centinaia di altre diapositive d’epoca. Un caso fortuito, si direbbe. Ma di questo potremmo parlare in seguito.



Se un dubbio su chi possedesse le slides sussisteva, ce lo ha fugato Jaime Maussan, confermandoci che Dew nei giorni scorsi ha raggiunto Phoenix, in Arizona, per trattare la vendita delle diapositive con la Open Minds Production, per la quale chi scrive ha lavorato in qualità di direttore della rivista omonima, dal 2009 al 2011). John Rao, il patron della Open Minds Production, società satellite dell’azienda di distribuzione farmaceutica Secure Medical, Inc, è notoriamente interessato ad accaparrarsi qualunque materiale ufologico di rilievo (fotografie, filmati, documenti, fascicoli riservati, reperti fisici) una volta ne sia stata accertata l’autenticità e a cifre consistenti. Ovvio, che, in questo caso, il signor Dew è o il legittimo proprietario delle diapositive, o ne è intermediario alla vendita su incarico di qualcun altro, altrimenti John Rao non sarebbe interessato a chiudere l’affare con lui.


Crediti delle immagini (Credit: Tercermilenio/Jaime Maussan/UFO Chronicles)


La data del 5 Maggio mi riporta alla memoria la proiezione in prima mondiale al Museum of London, nella capitale britannica, del filmato della seconda autopsia del Santilli Footage, alla quale assistetti il 5 Maggio 1995 insieme a Giovanni Minoli e Stefano Rizzelli per la RAI, Nicky Taylor per la Tristar Columbia e Roberto Pinotti del CUN. Una strana coincidenza, che mi auguro non voluta perché le immagini dell’autopsia aliena pesano come macigni sulla storia della moderna ufologia, nel bene e nel male.
Tutti i crediti delle immagini di questo articolo sono: Tercermilenio/Jaime Maussan

Maurizio Baiata fonte  

Fonte: http://www.noiegliextraterrestri.it/

23 febbraio 2015

Monza, un libro sugli Ufo e potere: dischi volanti in libreria

Monza, un libro su Ufo e potere: dischi volanti in libreria. Il mondo politico e gli Ufo. In vendita anche a Monza un libro sui dischi volanti con prefazione di Matteo Salvini. Sarà la sua vicinanza agli “omini verdi” fatto sta che il leader della Lega non ha voluto far mancare la propria opinione in merito.

UFO E POLITICA –  L’ufologia vista dai politici. Con una prefazione del leader leghista Matteo Salvini che invita gli studiosi a proseguire in una ricerca che per ora non ha risposte certe, ma che potrebbe riservare sorprese interessanti, esce per i tipi delle Edizioni Segno il libro “Sindome E.T. – Il Potere e gli Ufo”, del milanese Alfredo Lissoni, conduttore radiofonico e da vent’anni membro del Centro Ufologico Nazionale. “Sindrome – spiega l’autore, oggi al suo 25° libro – perché in settant’anni di segnalazioni Ufo (le prime risalgono addirittura al periodo fascista, che vide Mussolini costituire segretamente un team di ricerca per capire cosa fosse il fantomatico “velivolo non convenzionale” visto atterrare nelle campagne di Magenta) il mondo politico ha riversato le proprie ansie e fobie nell’immaginario ufologico. I presidenti americani, di cui riporto tutte le dichiarazioni note e meno note, dagli alieni hanno sempre temuto un’invasione, avendo essi stessi invaso le terre dei pellerossa; i leader del Cremlino hanno invece sempre guardato agli eventuali extraterrestri come a dei compagni da “rieducare”, sognando di esportare il materialismo dialettico nello spazio (Lenin e Stalin erano ossessionati da quest’idea bizzarra)”. E poi c’è l’atteggiamento della politica italiana. Si passa dal “segreto di Stato” imposto da De Gasperi perché legato a doppio filo con l’America, all’avvistamento su Castel Porziano del presidente DC Antonio Segni. Dalle interrogazioni parlamentari che misero in imbarazzo i Governi Prodi e Monti alle interviste che l’autore ha effettuato personalmente, dai microfoni di Radio Padania, ad una trentina di esponenti del mondo politico della Terza Repubblica, di Destra e di Sinistra. Segue una fitta rassegna di avvistamenti Ufo da parte di deputati, consiglieri comunali e regionali: c’è l’Ufo visto in giardino dal consigliere comunale dell’Ulivo di Castel d’Agogna (PV) e quello (autentico) immortalato da Formigoni a Parigi.

L’AVVISTAMENTO A LISSONE – Il disco volante comparso a Lissone nel 1997 sopra gli stand della Festa della Lega Nord e l’ordigno con una “j” russa sullo scafo visto da un parlamentare sopra il Palazzo della Stampa di Milano, sino al sigaro volante che nel 1978 sorvolò il Pirellone, mettendo in agitazione le autorità comunali. “Ho dedicato questo libro – conclude l’autore – alla classe politica della Terza Repubblica, con l’auspicio che levi quel velo di segretezza sul materiale militare e consolare che la nostra Aeronautica raccoglie, più o meno ufficialmente, dal 1947. Ritengo che la gente sia oramai pronta per conoscere la verità, quale che essa sia”.


Fonte: http://nuovabrianza.it/

Un ufo ad Alessandria?

Torna la rubrica dedicata ad Alessandria e alla sua storia. Grazie ai contributi dei nostri lettori è possibile ricostruire il passato della nostra amata Lìsondria: un appuntamento settimanale per riportare alla luce le curiosità, i fatti di cronaca, le immagini e i racconti di ciò che è stato e non va dimenticato per meglio comprendere e apprezzare ciò che oggi è...


MEMORIALE - Devo ringraziare i lunghi confronti negativi con mia cognata se ogni tanto ho sentito il bisogno di chiudermi nella biblioteca della nostra città e sfogliare vecchi giornali.
Non ce l’ho più fatta a sentirmi dire che “oggi giorno ne succedono di tutti i colori”, “una volta non accadevano queste cose”, “come si viveva meglio prima”; quindi nei momenti di tempo libero sono andato a verificare se questi modi di dire risultassero verità.
Sfogliando i giornali cittadini di un tempo ho cominciato a leggere i fatti di cronaca, poi le notizie particolari riguardanti la città di Alessandria cercando di capirle e possibilmente verificarle. La storia che è passata nella nostra città è fatta da piccoli fatti quotidiani, da mille uomini e donne che tutti i giorni hanno percorso le strade che ancora oggi io percorro.
La curiosità ha preso il sopravvento ed ho ricercato di costruire una certa parte di vita quotidiana a volte non riuscendoci. Eccomi qui oggi a condividere le notizie nel tentativo di “stimolare interesse” sul luogo dove oggi stiamo vivendo e cercare di capire l’oggi conoscendo meglio il passato...

Uno dei primi giornali della città conservato presso la biblioteca civica è sicuramente l'"Avvisatore Alessandrino", che ha cominciato la pubblicazione nel 1853 e usciva tre volte la settimana.

Che cosa è accaduto in Alessandria il 16 settembre 1869? L’articolista parla di un “arazzo” non meglio identificato, ma l’aviazione era ancora da nascere. Un UFO o una cometa di passaggio? Chi si occupa di astronomia ha una spiegazione migliore?



Fonte: http://www.alessandrianews.it/

LIMA NUOVI AVVISTAMENTI NON IDENTIFICATI.



Alcuni presunti UFO sono stati segnalati e contestualmente filmati da un casuale spettatore di San Isidro, una cittadina situata nella provincia peruviana di Lima. Secondo le notizie diffuse da Cayo Torres (l’autore delle immagini) gli oggetti luminosi ed intermittenti sono improvvisamente apparsi sul mare intorno alle ore 19 del 15 febbraio scorso. Quest’evento segue, a pochi giorni di distanza, quello registrato il 10 febbraio 2015 sulla capitale peruviana, anch’esso documentato da un filmato e visibile a questo link: http://danilo1966.iobloggo.com/1274/lima-oggetto-non-identificato-sorvola-un-cantiere-edile-.


Fonte: http://danilo1966.iobloggo.com/

L'UFO Crash in Manitoba negato dalle Forze Armate Canadesi

In risposta alle numerose segnalazioni della scorsa settimana in merito all'avvistamento di alcune luci misteriose oltre Jackhead in Manitoba, Canada,e su un possibile incidente UFO in prossimità del Lago Winnipeg le forze militari Canadesi si sarebbero recate immediatamente sul luogo del presunto schianto a bordo di motoslitte appositamente attrezzate per recuperare un grande disco inabissatosi nelle profondità  del lago. Un portavoce delle Forze canadesi ha dichiarato che l'ingente spiegamento di forze faceva parte di una esercitazione militare per la formazione delle truppe. 

Le cose stanno davvero così? 

Nella notte di Mercoledì 18 febbraio alcune segnalazioni cominciarono ad apparire sui social media attraverso le quali si parlava di strane luci avvistate sul Lago Winnipeg. Questi sono solo alcuni dei tanti messaggi pubblicati su Facebook.
Incidente UFO riportato sulla riserva Jackhead in Manitoba, Canada. 
A quanto pare la Forze armate canadesi hanno inviato dei veicoli disponendoli sulla riva nord. I militari minacciano chiunque cerchi di fare delle foto e i numerosi testimoni oculari che riferiscono di aver visto qualcosa di strano nel cielo. Il dispositivo Thur è un oggetto rotondo che viene calato nelle profondità del lago per poi tornare in superficie trainato dalle motoslitte militari. 
Qualcosa è stato visto sprofondare nel lago da 8 pescatori ai quali è stato detto che non sarebbe opportuno diffondere la notizia che si tratta di un incidente aereo. Un altro rapporto riferisce della disavventura subita da un testimone munito di una macchina fotografica: Apparentemente un oggetto discoidale è stato visto schiantarsi e sprofondare attraverso il ghiaccio del lago. Sembra che almeno un testimone sia riuscito a ottenere delle prove fotografiche, venendo subito arrestato dai militari canadesi.
I militari secondo quanto riferito dal tenente colonnello Paul Davies, comandante del 38 battaglione del Gruppo Territoriale costituito da circa 150 militari si sono recati al lago ghiacciato per partecipare a una esercitazione chiamata Arctic Bison 2015, un programma di formazione per affrontare le emergenze in ambienti difficili.
"Emergenze come un incidente UFO? Non è affatto così" , afferma il tenente colonnello Davies.
"Non ci sono alieni, ma solo i miei amici della forza aerea, che sono là fuori per aiutarci in questa esercitazione che non ha niente a che fare con il recupero di un UFO". Che cosa si è schiantato veramente? Davies ha affermato che l'oggetto precipitato era un aereo con capacità di decollo rapido.Da lontano sembrava che l'oggetto stesse volando dritto in aria, ma così non è stato.
Un aereo che decolla da un lago ghiacciato? E cosa si è schiantato veramente? Perché l'oggetto è stato descritto avere la forma di un disco? Che dire delle prove fotografiche censurate? E le minacce ai testimoni?
Cosa è realmente caduto su Lake Winnipeg questa settimana?
Fonte di riferimento:mysteriousuniverse.org

Fonte: http://misteroufo.blogspot.it/

22 febbraio 2015

Hawking ritorna e avverte: "Colonizzare altri pianeti è l'unica salvezza per l'umanità"



Dobbiamo aumentare gli sforzi per lasciare il nostro pianeta e trovare un altro approdo sicuro. Almeno in prospettiva. L'idea di colonizzare gli altri pianeti è un vero pallino per il celebre scienziato britannico Stephen Hawking: "L'umanità si salverà solamente se l'uomo comincerà a colonizzare altri pianeti nell'universo". Il fisico parlando a un evento al Museo della Scienza di Londra, ha avvertito che "la fine dell'umanità potrà arrivare da un'aggressione da parte della stessa specie umana".

Alcuni giorni fa a Sanremo l'astronauta italiana Samantha Cristoforetti aveva detto: "Da quassù si è più consapevoli del legame particolare con la terra nel suo complesso, questa fragile terra che alla fine è la nostra astronave che ci porta tutti nello spazio: dobbiamo averne cura perché un'altra non l'abbiamo" Negli ultimi anni l'esplorazione umana nello spazio ha subito un brusco rallentamento, e le condizioni di salute del nostro pianeta, sempre più minacciato tra disastri naturali, effetto serra e surriscaldamento globale sono peggiorate. Senza considerare gli scenari più cupi, che sia proprio l'uomo a rendere invivibile il posto dove oggi prospera. Distrutta la Terra l'umanità si troverebbe scoperta.
Non è la prima volta che Hawking lancia l'allarme: dobbiamo pensare a un dopo per la nostra civiltà lontano da dove siamo ora.

Fonte: http://www.ufoonline.it/

UN UFO ATTRAVERSA IL CIELO DI LEEDS.

Un uomo di Leeds, città inglese del West Yorkshire, ha divulgato nelle ultime ore la foto di un oggetto brillante avente probabili origini non identificate, osservato nel tardo pomeriggio dell’8 febbraio 2015.

Il testimone, che afferma di chiamarsi Martyn, ha raccontato poco dopo ai suoi familiari di aver visto apparire nel cielo un oggetto luminosissimo che mutava insolitamente colore. L’immagine che propone (foto sopra) a conferma di quanto osservato, mostra effettivamente un qualcosa di molto splendente, avente forma semi circolare. Martyn racconta inoltre di aver già avuto in passato diversi avvistamenti di questo tipo, uno dei quali risalente allo scorso 14 agosto 2014, verificatosi mentre, alla guida della sua automobile ed in compagnia di suo fratello, si stava dirigendo verso una località chiamata Castleford/Pontefract.

Secondo il testimone, per entrambe gli avvistamenti, è da escludere qualsivoglia riferimento ad un aereo convenzionale, per la bassa velocità di crociera, per il diretto riscontro visivo con altri aerei di linea in sorvolo nel momento degli avvistamenti e per il fatto che l’oggetto, in entrambe le occasioni, è poi salito verso l’alto scomparendo alla vista dopo due o tre secondi.

Fonte: http://danilo1966.iobloggo.com/

Finalmente e' nato un maiale con un volto umano

Un contadino cinese è rimasto particolarmente sorpreso dopo aver assistito alla nascita di uno strano animale.La creatura deforme ha l'aspetto di un maialino "mutante" un essere geneticamente modificato forse per colpa di una ibridazione aliena. Le immagini orripilanti di questo animale con un volto "umano" e con un "pene" sul davanti hanno fatto il giro del mondo.

Forse non tutti sanno che i mutanti sono dotati di super poteri, come X-Men. :-)


Il mostro che è nato in una azienda Cinese di Tao Lu soffre di una spaventosa mutazione fisica. Invece delle guance rosee e del simpatico muso suino, la creatura possiede un volto che molti commentatori hanno descritto come "umano". I suoi impressionanti occhi sembrano essere posti dietro la sua bocca spalancata la cui forma viene associata da alcuni ad un "pene" che sembra sporgere al centro della fronte. Il maialino è stato l'ultimo a nascere da una cucciolata di 19 cuccioli normali, per cui è stato subito respinto dalla scrofa, probabilmente a causa del suo aspetto strano. Nonostante le innumerevoli cure il giovane maiale è stato lasciato morire interrompendo la somministrazione di cibo e del latte artificiale.  Secondo alcune recensioni, poco è stato diagnosticato con l' oloprosencefalia, una malformazione congenita del cervello che avrebbe interrotto lo sviluppo del suo volto. 

Un mutante che valeva oro

Se il povero maiale non poteva leggere la mente, sembrava avere il potere di attrarre liquidità.Dopo il rilascio della foto del giovane maiale in un giornale locale, l'agricoltore Nanning ha ricevuto molte chiamate da potenziali acquirenti disposti a pagare prezzi elevati per diventare proprietari del mutante. "E 'un peccato che sia morto, avrei potuto fare più soldi con lui che con il resto della cucciolata considerando quello che la gente mi ha offerto al telefono," ha lamentato Lu Tao al giornale Inquisitr. Il contadino cinese spera ancora che l'esposizione del corpo del maialino mutante possa attrarre altri visitatori presso il suo allevamento.E'comunque importante ricordare che questo non è il primo maiale mutante che nasce in Cina. Basta ricordare il maialino nato senza occhi e munito di un tronco, un maialino con aspetto di scimmia, un altro con due facce e, infine, il maiale, con tre occhi e due bocche .

Fonte di riferimento:maxisciences.com
Copyright © Gentside Discovery

Fonte: http://misteroufo.blogspot.it/

19 febbraio 2015

Hotel per avvistare Ufo

Il sonno della ragione genera mostri. O più probabilmente avvistamenti di UFO. Chissà cosa avrebbero partorito le menti di Kant e Goya, se avessero potuto vedere quello che non tutti, tra noi umani, hanno avuto la fortuna di avvistare. Ecco a voi 12 destinazioni ad alto tasso di avvistamento (sfogliatele nella GALLERY SOPRA). E, per meglio aiutarvi nella difficile scelta, abbiamo messo a confronto due pareri sulla questione UFO.  Secondo Simon Kamsky, direttore dell’Ente del Turismo di Malta in Italia, la questione dischi volanti è un’ottima spinta propulsiva, per un turismo di nicchia. «Qui a Malta abbiamo avuto numerose segnalazioni di avvistamenti, soprattutto nella zona a nord e sull'isola di Gozo. Ma un’attività così intensa, forse, è dovuta al fatto che tutto l’arcipelago maltese è permeato di magia e leggende millenarie. Grazie alla sua posizione privilegiata nel cuore del Mediterraneo, le isole sono punti di partenza privilegiati per ammirare il manto celeste nella sua infinità. Personalmente, non credo in questi fenomeni, ma non si sa mai, potrei sempre cambiare idea. A Malta e Gozo ci sono alcuni operatori che propongono interessanti tour notturni, alla scoperta della magia e della bellezza del firmamento. So che alcuni turisti, in occasione di questi incontri, dicono di aver avvistato degli oggetti volanti discoidali. In futuro proverò anche io, chissà che non debba ricredermi!».

(12 HOTEL PER AVVISTARE UFO nella GALLERY SOPRA)

Di parere diametralmente opposto è la Sig.ra Raffaella Musante, Vicepresidente del Comitato Ufo Convention di Torriglia, piccolo comune alle porte di Genova, considerato dagli appassionati ufologi la “Capitale italiana degli UFO”, per numero di avvistamenti e segnalazioni. «Nell'universo, è dimostrato, non siamo soli. Il nostro comune, per qualche ragione, è uno dei centri col maggior numero di avvistamenti annuali tanto che, ogni anno, organizziamo una UFO convention per appassionati e studiosi. L’anno scorso, abbiamo ospitato circa 400 delegati da tutta Italia che hanno preso parte a conferenze stampa, incontri con esperti e con famosi abducted italiani, tra cui per citarne uno Fortunato Zanfretta. Al termine dei lavori, per i più temerari, è previsto un trasferimento in pullman per visitare di persona i luoghi del rapimento alieno». Fatti realmente accaduti o semplice business? Scopritelo di persona, scegliendo uno di questi hotel. Perché, come direbbe l’agente dell’FBI Fox Mulder, «la verità è là fuori», basta saperla avvistare.


Fonte: http://www.vanityfair.it/

“Ho visto un ufo sui cieli di Loreto”

Loreto (Ancona), 18 febbraio 2015 - “Ieri sera ho visto un ufo sui cieli di Loreto” e piovono altre due segnalazioni da Senigallia e Arcevia. Erano circa le 19 di ieri, cielo già scuro sulla Basilica della Santa Casa della città mariana.

Un giovane di Sirolo stava percorrendo lo “stradone” da Porto Recanati a Loreto e nel giro di una manciata di secondi ha visto una luce strana scendere a grandissima velocità, fermarsi per un attimo e poi schizzare via in un lampo.

Qualche minuto prima altri due avvistamenti simili si sono registrati a Senigallia e Arcevia, difficile stabilire quale per primo. Nessun rumore da far pensare a un caccia né un movimento lineare da permettere di formulare l’ipotesi della caduta di una stella.

Studiosi del paranormale hanno già gridato alla presenza degli ufo. Fenomeni del genere sono tutt'altro che poco frequenti in zona, soprattutto alle pendici del monte Conero. Decine negli ultimi anni sono stati gli avvistamenti di luci che seguivano traiettorie a spirale e circolari oppure che svanivano nell'infinito sparate a velocità folle.


Fonte: http://www.ilrestodelcarlino.it/

18 febbraio 2015

UFO TRIANGOLARE SU MEXICO CITY.



Il video in argomento è stato segnalato e pubblicato sul sito web dell’ufologa messicana Ana Luisa Cid. L’evento, osservato a Mexico City da un conoscente personale dell’ufologa, risale al 29 novembre 2014 ma è stato divulgato per la prima volta soltanto qualche giorno fa. Le immagini, girate all'infrarosso, mostrano il passaggio di un oggetto di forma triangolare, privo delle classiche luci anti collisione, che dall'alto verso il basso attraversa velocemente la porzione di cielo inquadrata dalla telecamera. L’avvistamento è da considerarsi interessante, non solo per la genuinità delle immagini ma soprattutto per la serietà e il rispetto di cui gode l’ufologa messicana, anche a livello internazionale.

Fonte: http://danilo1966.iobloggo.com/




16 febbraio 2015

Jaime Maussan: “Il 5 maggio la verità su Roswell”

L’appuntamento è per il prossimo 5 maggio, ore 19 e 30, all’Auditorium Nazionale di Città del Messico. L’evento si preannuncia storico- se si vuole dar fede al suo promotore, il noto giornalista Jaime Maussan. Perché in quella data- assicura- sarà mostrata la “pistola fumante” dell’ufologia, insomma la dimostrazione ultima e definitiva dell’esistenza degli Extraterrestri in mezzo a noi. Nel corso di una conferenza stampa ampiamente pubblicizzata dai Media messicani e dalla trasmissione “Tercèr Milenio” che lo stesso Maussan conduce da anni, è stato infatti anticipato che saranno rese note, per la prima volta, due fotografie scattate tra il 1947 e il 1949 nelle quali comparirebbero i corpi degli Alieni morti nello schianto di Roswell. ”È la prova più importante nella storia dell’investigazione sugli UFO e la sveleremo con l’aiuto di una tecnologia molto avanzata e spettacolare”, ha promesso il giornalista messicano.
Non senza orgoglio, ha poi dichiarato: “Non avrei mai immaginato di poter presentare le immagini degli esseri rinvenuti a Roswell qui, nel mio Paese, davanti al mio pubblico e alla mia gente. Verranno persone da ogni parte del mondo per vedere queste prove: è molto più di quanto io abbia mai sognato in vita mia.
Vogliamo mandare un messaggio forte e chiaro: dimostreremo che il Messico è la Nazione più interessata a questo tema e che è la capitale mondiale del fenomeno UFO.” Il convegno si chiamerà “BeWitness -se testigo. El cambio en la historia” (Essere testimoni. Il cambiamento nella storia). All’auditorium sono attesi addirittura10 mila partecipanti.
Tutti gli altri potranno seguire i lavori in diretta streaming e sentire le testimonianze di ospiti di eccezione. Interverrà anche Edgar Mitchell, il sesto uomo ad aver calpestato il suolo lunare, da tempo convinto che il Governo di Washington nasconda una scomoda verità proprio in merito al celebre incidente avvenuto nel luglio del ’47 nella cittadina del New Mexico.



L’ex astronauta si è più volte detto certo che a precipitare, in quel giorno d’estate di quasi 70 anni fa, non sia stato un pallone meteo o un velivolo sperimentale segreto- come affermato in seguito dall’Air Force degli Stati Uniti- ma un vero e proprio disco volante. Un’opinione maturata dopo aver parlato, personalmente, con molti testimoni di quella strana vicenda con la quale ha avuto inizio la moderna ufologia.
Alla conferenza di maggio prenderanno parte anche i ricercatori statunitensi che sono entrati in possesso di quei due scatti (a dir poco clamorosi, se si dimostreranno veritieri al di là di ogni ragionevole dubbio): il giornalista Adam Dew e gli scrittori Donald Schmitt e Tom Carey, tra i principali esperti del caso Roswell. Sostengono di aver sottoposto i fotogrammi ad una complessa serie di esami per stabilirne la veridicità e dopo cinque anni sono arrivati alla conclusione che sono reali.
Le immagini in questione erano custodite in una vecchia scatola dimenticata nellasoffitta di una casa di Sedona, in Arizona. Un ritrovamento assolutamente casuale e a quanto pare molto fortunato. Secondo Carey- che ha diffuso nei mesi scorsi l’incredibile notizia- le due diapositive Kodachrome immortalano un essere umanoide, dalla grande testa simile a quella di un insetto, alto poco più di un metro, dissezionato come dopo un’autopsia e probabilmente imbalsamato per consentirne la conservazione.
Lo storico ufficiale della Kodak, nella sede di Rochester, ha analizzato le immagini e ne ha confermato l’autenticità. O almeno, ha appurato che provengono da una pellicola prodotta effettivamente nel 1947 e che le emulsioni sulle diapositive sono originalidell’epoca. Nessuno ha alterato le fotografie aggiungendo in un secondo momento il bizzarro soggetto raffigurato. Ma è tutto da appurare che il protagonista di quelle foto sia davvero un Alieno.

Cosa di cui Jaime Maussan è invece sicuro, visto che- giocandosi la credibilità e forse anche la carriera- ha proclamato con grande enfasi che produrrà “la prova più importante del caso ufologico più importante” , in grado di segnare una svolta nella storia dell’Umanità. ”Mi sono chiesto più volte come sarebbe stato il mondo se nel 1947 avessimo accettato l’esistenza di creature extraterrestri. Perché in quell’anno è precipitata un’astronave, sono stati recuperati dei corpi e questa è una verità che appartiene a tutto il genere umano”, ha detto. Aspettiamo dunque il 5 maggio e (forse) la conosceremo anche noi.



Fonte: SABRINA PIERAGOSTINI http://www.extremamente.it/

UFO, il più grande rimpianto di un “bugiardo” della Casa Bianca



Il consigliere del presidente Barack Obama, John Podesta, ha rivelato quello che secondo lui potrebbe essere il suo più grande rimpianto.

Si scopre solo ora che il povero ingenuo burocrate sia rimasto estremamente deluso per aver perso la possibilità di comunicare ciò che sapeva sul fenomeno UFO e di essersi scordato di divulgare i documenti in suo possesso.
Lacrime di coccodrillo, visto che Venerdì scorso, nel suo ultimo giorno di lavoro nell'amministrazione Obama, Podesta ha postato sul suo account Twitter: "Finalmente posso dirvi che il mio più grande rammarico è quello di non aver divulgato nel 2014 ciò che sapevo sulla questione Ufo." Podesta lascia la Casa Bianca per aderire alla campagna di Hillary Clinton, che ha intenzione di correre per la presidenza degli Stati Uniti nelle elezioni del 2016, come riportato da 'The Hill' .

Fonte di riferimento: RT news

Fonte: http://misteroufo.blogspot.it/

13 febbraio 2015

“Ho filmato un Alieno”. Il video registrato in piena notte terrorizza Manchester


Un misterioso essere, ovvero un Alieno, terrorizza Manchester. Almeno secondo quanto testimoniato da un uomo che ha filmato una strana figura di un essere dall’aspetto umanoide, che sembra avere dell lunghe braccia e una testa molto allungata, non sembra proprio appartenere al genere umano.



Il video è stato pubblicato sull’account youtube Para Truthers che in passato, secondo il quotidiano Mirror, sembra sia stato censurato e chiuso più volte dal governo. A quanto emerso dalle immagini, molto scure perché girate di notte con uno smartphone, si può ascoltare in sottofondo, il respiro affannoso dell’utente, sicuramente spaventato dalla misteriosa presenza. L’alieno appare in completo bianco, molto magro, con braccia e gambe sottili e la testa allungata.Ovviamente non è chiaro stabilire se si possa trattare di un essere sovrannaturale o meno, seppur sembrerebbe una figura molto ambigua, per struttura e movimenti, soprattutto in piena notte. Il mistero resta fitto e la popolazione della zona è terrorizzata.



Fonte: Redazione Segnidalcielo http://www.segnidalcielo.it 

12 febbraio 2015

ARGENTINA: OGGETTO ROSSO NEL CIELO DI ITUZAINGO'.



L’evento, risalente agli ultimi giorni dello scorso dicembre, si è verificato nel cielo della cittadina di Ituzaingó, situata nella provincia di Buenos Aires.

Uno skywatcher del sito Testimonio Ovni osserva e fotografa in notturna un oggetto anomalo apparso in prossimità di un aereo di linea che sorvola l’area. La macchina utilizzata è una Panasonic Lumix DMC F3 con zoom ottico 12x.

Le condizioni meteo presentano una forte nuvolosità. Le foto vengono scattate senza l’utilizzo del flash e ciò attribuisce all’intero reportage un’alta valenza ufologica. Nei primi tre scatti, l’UFO giunge in prossimità dell’aereo che si stava dirigendo verso ovest. Dopo il suo passaggio però l’oggetto rimane nello stesso quadrante ove è apparso, in verticale rispetto alla posizione dell’osservatore. L’UFO emette luce propria di colore rosso, che viene irradiata in tutte le direzioni come si evince dalle successive istantanee scattate con l’ausilio di alcuni filtri.

Si tratta di una testimonianza reale e intenso valore che va annoverata tra i casi di maggior coinvolgimento ufologico.




Fonte: http://danilo1966.iobloggo.com/

Segretezza, Tesla, Energia, Antigravità &Viaggi Interstellari



Il film esplora la storia della nostra  era tecnologica, progressi nella scienza, la questione degli UFO, e come i nostri governi del mondo hanno controllato il flusso di informazioni al pubblico in merito alla verità sugli UFO. Nikola Tesla, energia libera e Antigravità . Include una fantastica collezione di interviste ha scienziati e ricercatori di tutto il mondo e alcuni  incredibili foto e di interessanti  video di UFO in volo.


Fonte: http://www.latest-ufo-sightings.net/

11 febbraio 2015

Mutilazione umane e cover Up:nuovo testimone militare

Il documentario che presento qui é il risultato di un inchiesta del giornalista inglese Richard D Hall.
Il contenuto di questo video é estremamente disturbante, se ne consiglia la visione a persone molto mature. Un nuovo testimone conferma che i responsabili delle mutilazioni, sia animali che umane, sono entitá aliene.


Alcuni dei contenuti in breve:
Il testimone é un militare inglese, sostiene di avere fatto parte di un unitá speciale della NATO incaricata di sorvegliare siti di crash UFO

  • Il testimone é un militare inglese, sostiene di avere fatto parte di un unitá speciale della NATO incaricata di sorvegliare siti di crash UFO
  • Gli americani avrebbero un sistema per tracciare e abbattere questi veicoli.
  • Gli UFO abbattuti spesso contenevano corpi di animali e umani mutilati, oppure parti di corpi. 
  • Il compito dell'unità speciale era di mettere l'area in sicurezza e aspettare l'arrivo dei "collezionatori". I collezionatori erano sempre Americani.
  • l'Unità speciale agiva in svariate parti del Regno Unito ma anche in Europa e in Australia.
  • I vari governi erano informati, ma lasciavano fare agli americani in quanto "loro sono gli unici a possedere la tacnologia"
  • I membri dell'unità erano in constante allerta e venivano chiamati circa 4 volte ogni sei mesi.
  • Il testimone avrebbe anche visto un alieno, descrivendolo come possente, minaccioso e simile a un diavolo.
  • Secondo il testimone la sua unità poteva ricorrere a qualunque mezzo per mantenere il segreto sulle mutilazioni
  • La storia era stata inizialmente esposta da un altro ricercatore, che dopo averla pubblicata fu minacciato.
  • Hall ha rintracciato il testimone dopo diversi anni
  • Lo ha trovato infermo a causa di ferite da radiazione, molti suoi commilitoni sarebbero morti di cancro o infermi
Il video contiene molte piú informazioni e consiglio chiunque conosca l'inglese di vederlo tutto.


Fonte: http://corvide.blogspot.it/

Archivio