30 ottobre 2014

INDIA: FOTO MISTERIOSE RECAPITATE AL MUFON.




Due immagini suggestive, scattate lo stesso giorno (28 ottobre 2014) ma in orario diverso, sono state recapitate al MUFON (Mutual Ufo Network) da una località dell’India, chiamata Kanpur. La prima di queste immagini (foto 1) ritrae 5 oggetti di forma molto particolare (simile ad una croce) che sorvolavano la suddetta zona urbana cambiando direzione in modo intelligente e sfidando la gravità. La seconda immagine (foto 2), scattata subito dopo la mezzanotte, ritrae invece un oggetto discoidale di origini sconosciute. Secondo la testimonianza che accompagna l’immagine, il presunto UFO emetteva un raggio luminoso di colore bianco e rosso che illuminava il terreno sottostante.

Entrambe le foto sono ancora al vaglio degli inquirenti.



29 ottobre 2014

Exonews: Papa Francesco ammette nel disegno di Dio la vita extraterrestre


In una dichiarazione presso la Pontificia Accademia delle Scienze il 27 ottobre, Papa Francesco ha approvato il parere che la vita extraterrestre, che egli definisce “esseri dell’universo” si sia evoluta in un modo coerente con i piani del nostro “Dio creatore”. La dichiarazione del Papa è un avallo sorprendente che le attività della vita extraterrestre intelligente nell’universo possono essere parte di un piano universale. Le affermazioni del nostro Papa stanno forse come molti pensano preparando il mondo e la religione ad un passo successivo, nel quale oltre a Dio si affaccia un’esistenza e co-esistenza tra piani e mondi diversi. Nelle sacre scitture infatti noi leggiamo:

- Nella casa del Padre vi sono molte dimore.



Credete piu’ agli alieni Alieni o a Dio?

Un sondaggio condotto in Gran Bretagna ha posto la seguente domanda molto provocatoria:”Che cosa siete più propensi a credere a Dio o agli alieni?”. Il sondaggio ha permesso di scoprire che molti inglesi credono piu’ agli omini verdi piuttosto che a Dio. La domanda è stata posta a 1.500 adulti e 500 bambini di età compresa tra gli 8 e 12 anni.Tra gli adulti, il 51% crede negli alieni mentre il 25% in Dio. 
Al momento di fornire una graduatoria delle loro creature soprannaturali preferite, il 55% degli adulti ha messo al primo posto i fantasmi, seguiti dagli alieni (51%), gli UFO (42%), gli angeli (27%) e Dio (25%). Gli adulti intervistati sono risultati essere più superstiziosi rispetto ai bambini, che con il loro 26% hanno dimostrato di essere piu’ pragmatici. 
Ciò può essere dovuto al fatto che solo il 20% di loro afferma di essersi imbattuti in un fenomeno soprannaturale e il 10% di aver vissuto in una casa infestata.Le innocenti risposte dei bambini a questo sondaggio sono molto più interessanti poiche’ si deduce che il loro fenomeno soprannaturale preferito sono gli alieni e i fantasmi (64 %), seguiti dagli UFO (50%), Dio (33 %) e gli angeli (27 %). Il 26% per cento dei ragazzi crede che gli alieni possono avere l’aspetto simile agli esseri umani, il 5% crede di averne conosciuto uno e il 5% ritengono che la loro madre fosse una di loro. 
I bambini sono quelli che hanno meno pregiudizi contro gli alieni, anche se sono piccoli,brutti e di colore grigio-verde (43 %). Che cosa potrebbero significare questi numeri? Natascha Crump del Ripley General Manager ha offerto questa intuizione: 
"Secondo i risultati solo i bambini sembrano avere una mente aperta quando si tratta di accettare altre forme di vita .Viviamo nell'era della scienza e ci rivolgiamo ad essa solo per ottenere la maggior parte delle risposte in grado di soddisfare i nostri interrogativi, anche se i risultati mostrano che molti di noi hanno ancora la tendenza a credere in cose che potrebbero esistere al di fuori del nostro mondo e al di là della nostra comprensione"


© Fonte di riferimento: mysteriousuniverse

28 ottobre 2014

Si parla di UFO su radio UniversalTV

Domani sarò ospite all'interno del programma di Ottavio Longo "Il MattinOtto su Radio Universal TV. Parliamo di UFO e fenomeni connessi,il mio intervento e previsto per le 09:00 circa. Sintonizza il decoder sul canale 645 del dtt o clicca su www.radiouniversalfm.it ed entra nel mondo di Universal TV, la prima vera radiovisione della Sicilia — presso Radio Universal.




27 ottobre 2014

QUANDO GLI UFO FERMARONO IL CALCIO.

Lo stadio Artemio Franchi

Accadde 60 anni fa (27 ottobre 1954) a Firenze. Durante la partita di calcio tra Fiorentina e Pistoiese avvenne qualcosa di insolito, che nessuno avrebbe mai osato immaginare. Diecimila persone, compresi gli uomini in campo, osservarono nel cielo sopra l’Artemio Franchi il passaggio silenzioso di un oggetto volante non identificato a forma di uovo.
Tutti ammutolirono (lo stadio calò in un silenzio quasi tombale) per poi esplodere in un boato di meraviglia misto a shock per ciò che stavano guardando.
Gli stessi giocatori che erano immersi nel gioco si fermarono all’unisono rivolgendo lo sguardo all’insù mentre il pallone, lentamente, usciva dal campo. Ancora oggi, uno dei protagonisti di quella storia, il calciatore Ardico Magnini, rammenta l’evento con enfasi emotiva: “Ricordo tutto, dalla A alla Z. Era qualcosa che assomigliava ad un uovo e si muoveva lentamente, ma molto lentamente nel cielo. Ognuno di noi è rimasto ad osservare per tutto il tempo. Siamo rimasti stupiti perché non avevamo mai visto nulla del genere”.
Ma cosa effettivamente sorvolò lo stadio dinanzi a tutta quella gente? L’ipotesi più gettonata è quella ovviamente extraterrestre.
Quell’anno le statistiche ufologiche registrarono numerosi avvistamenti non identificati che avvennero non solo in Toscana ma anche in altre località della nostra Penisola. Tutti parlavano di UFO ed alieni. Addirittura i giornali dell’epoca, a grandi titoli, immaginavano il loro arrivo da Marte. Quello che è certo, comunque, è che il fenomeno fu intelligente, tecnologico e non collegabile ad a nulla di esistente, per quel periodo, sul nostro pianeta (almeno ufficialmente). L’evento, che durò in tutto un paio di minuti, è considerato, e tale rimarrà per sempre, come uno dei più importanti avvistamenti di massa della storia ufologica italiana.



Argentina: presunto UFO fotografato a Rosario del Tala


Un fotografo dilettante ha fotografato uno strano oggetto sospeso nel cielo di Plaza Libertad, una comunità della Provincia di Entre Ríos.L'oggetto che appare in questa immagine e' stato ripreso il pomeriggio del 21 ottobre 2014. Il suo aspetto insolito farebbe pensare che potrebbe trattarsi di un autentico UFO.Il giornalista e appassionato di fotografia Ivan Rodríguez, nativo di Rosario del Tala , dopo aver scattato alcune foto dei giardini di Plaza Libertad, e' rimasto molto sorpreso nel visionare le immagini scaricate sul suo computer. Rodríguez ha riferito a Radio Mediterránea di essere venuto a conoscenza della presenza di quell'oggetto solo dopo che una delle sue figlie gli ha fatto notare una strana macchia su una delle foto."Inizialmente ho pensato che quell'anomalia potrebbe essere stata provocata da qualche piccolo detrito o da un difetto della lente della fotocamera perche' quando ho scattato la foto non c'era niente nel cielo", ha dichiarato Ivan Rodríguez. Le immagini sono state inviate al Museo Ovni di Victoria per essere analizzate con una migliore tecnologia, e per scoprire se questo potrebbe essere davvero un oggetto volante non identificato.



Ufo grande come la Terra individuato dalla Nasa



NEW YORK (WSI) - Una foto sta facendo il giro dei blog e dei social media: mostra un Ufo grande come il pianeta Terra.  Scott Warring ha pubblicato l'immagine, scattata dalla Nasa, il 25 ottobre su UFO Sightings Daily. Non è la prima volta che un oggetto volante non identificato viene visto orbitare intorno al sole. Sembra che nel 2009 astronomi e autorità russe abbiano individuato Ufo di tale grandezza nel sistema solare.  La NASA non ha lasciato commenti sull'immagine poco nitida. Si potrebbe anche trattare di un errore della video camera o di una eruzione stellare. Ma Warring è convinto che si tratti di un oggetto volante. "Guardate da vicino la superficie: non ci sono eruzioni o brillamenti. Il colore non cambia. A differenza del sole che ha diversi colori".  "Gli scienziati russi hanno lanciato un allarme 5 anni fa dopo aver avvistato degli Ufo che orbitavano intorno al sole in grado di effettuare inversioni di rotta e cambi di velocità improvvisi. A mio avviso tale oggetto è uno di loro".


25 ottobre 2014

REGNO UNITO: ATTIVITÀ' NON IDENTIFICATA NEL WILTSHIRE.

L’evento, risalente al 26 luglio 2014, è stato filmato nel cielo della cittadina di Devizes, importante città mercato della contea di Wiltshire, Regno Unito.
I testimoni, tutti residenti nella zona, raccontano di aver visto apparire una formazione luminosa intorno alle 22:00 ora locale: “Era molto luminosa, sembrava quasi fossero palle di fuoco che bruciavano in aria. Abbiamo escluso la possibilità che fossero lanterne cinesi perché si muovevano in formazione contro vento e la loro luminosità era così intensa da illuminare il terreno sottostante. Noi eravamo a circa 5 chilometri di distanza e gli oggetti erano posizionati a circa 300 metri di altezza proprio sopra la cittadina di Devizes che noi vedevamo all’orizzonte. Gli oggetti hanno mutato due volte tipo di formazione ed erano intermittenti. Apparivano e sparivano. Eravamo elettrizzati da ciò che stavamo osservando. Siamo certi, che la natura degli oggetti, a causa del movimento e della luminosità, non appartengano a nulla di conosciuto in questo mondo.”

Sotto le immagini…




Prima di morire,un prestigioso scienziato rivela i segreti dell’Area 51

© screenshot youtube;sonofmabarker

L'ex dipendente della Lockheed Martin Boyd Bushman era un anziano scienziato che aveva lavorato nell’Area 51 progettando numerosi brevetti per conto della LM. I brevetti riguardavano diversi tipi di avanzate tecnologie aerospaziali come i dispositivi per l'energia elettromagnetica. Prima di morire il 7 agosto 2014 Boyd ha voluto mostrare le sue foto riportate nel video sottostante.
Video dell’incontro tra gli alieni Grigi con i militari 
Video del 'secondo sole' che molte persone scambiano per Nibiru o Pianeta X http://revelation12.ca/?p=784
Recenti avvertimenti profetici circa la rapida diffusione del virus Ebola http://revelation12.ca/?p=1797

Ulteriori informazioni sull’ Apocalisse 12 e i "segni biblici ' apparsi recentente nei cieli. revelation12.ca

                                             © Fonte Video: sonofmabarker


24 ottobre 2014

Zagabria (Croazia): eccezionale avvistamento ufo


Il video che vi proponiamo oggi è stato registrato nella repubblica della Croazia, nella città di Zagabria. L’avvistamento è stato fatto la sera del 21 Ottobre 2014. Un cittadino della capitale è riuscito a filmare col suo cellulare documentando come questi tre oggetti luminosi fermi nel cielo e disposti a triangolo che, dopo poco tempo si dividono in diverse direzioni per scomparire definitivamente alla vista.



Fonte: http://www.contattoamico.com

PERCHE' GLI UFO SI INTERESSANO AL NOSTRO NUCLEARE?

A questa importante domanda è stata data risposta dal noto ricercatore americano Robert Hastings (in foto) che ha partecipato la scorsa settimana ad una conferenza ufologica patrocinata dalla Student Organization for Activity Planning ed organizzata presso l’Università di Salisbury (Regno Unito). Secondo l’ufologo, gli Oggetti Volanti non Identificati sono ormai un tema attuale destinato a far crescere il livello di attenzione in tutto il mondo. Hastings è convinto di avere in mano prove concrete sulla loro esistenza: “Direi senza ombra di dubbio che tali prove siano costituite dai dati radar che, da soli, dimostrano come nei nostri cieli operino velivoli di gran lunga superiori a qualsiasi mezzo posseduto dall'uomo. Tali dati sono i migliori che abbiamo e costituiscono un mezzo empirico ed oggettivo. La particolarità di questo fenomeno sta nel fatto che questi straordinari mezzi si interessino in modo particolare al nostro arsenale nucleare. Dal 1973 ad oggi, ho intervistato oltre 150 persone tra ufficiali di lancio, addetti alla manutenzione dei missili, tecnici e addetti alla sorveglianza: tutti confermano che ci sono state “incursioni” di oggetti non identificati su siti missilistici nucleari dove loro prestavano servizio attivo. E i dati radar, oltre a confermare tali “intrusioni” corroborano l’idea che “essi” siano particolarmente interessati a ciò che viene custodito in tali basi.

I militari hanno spesso minimizzato o ridicolizzato tali eventi, screditandoli agli occhi dell’opinione pubblica o spiegandoli razionalmente come illusioni ottiche create dall’inversione termica. Ma i dati meteo disponibili durante tali eventi, hanno spesso smentito tali ipotesi indicando un probabile cover up militare, giustificato da motivi di sicurezza nazionale. E’ chiaro ormai, che questi incredibili oggetti sorvolino i nostri siti nucleari a scopo di monitoraggio con l’intento di impedire che gli Stati Uniti o la Russia (tanto per citare le maggiori superpotenze) possano giocare con il fuoco, dando il via ad un conflitto che distruggerebbe sicuramente il pianeta ed i suoi abitanti.

Per quanto concerne la percezione pubblica, dei media e della comunità scientifica riguardo a questo problema, possiamo sicuramente rilevare una netta differenza tra l’avere un parere ed essere effettivamente informati. Se non si conoscono approfonditamente i dati empirici e non si studia seriamente l’argomento il rischio è quello di creare e diffondere soltanto caos e disinformazione”.


21 ottobre 2014

"Gli Ufo non sono in grado di volare!"



Così come vengono rappresentati da coloro che riportano di averli visti, e anche nei più famosi film di fantascienza, gli UFO non sono in grado di volare.
Questa perentoria affermazione non è gratuita, e nemmeno si tratta dell'ennesima leggenda popolare o dell'ultima bufala di internet; è una realtà scientifica saldamente basata sulle leggi dell'aerodinamica.
Lo spiegherà in termini divulgativi, quindi comprensibili anche per gli estranei alla materia, l'Ingegnere Aeronautico Giorgio Pozzo, in un evento che avrà luogo il prossimo 24 ottobre dalle ore 18,30 a Parma presso il Circolo La Parmense di via Zacconi n. 25.
L'evento, aperto al pubblico e con ingresso libero, è organizzato in collaborazione dal Circolo di Parma e dal Circolo di Torino dell'Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti, associazione nazionale che, tra i propri scopi statutari, comprende anche quello di “promuovere la valorizzazione sociale e culturale delle concezioni razionali del mondo”.


I recenti avvistamenti UFO sono legati all'anomalia del Mar Baltico?


Per molte persone, l'anomalia del Mar Baltico è solo un altopiano naturale, nonostante che alcuni scienziati che studiano questa anomalia e testato alcuni campioni prelevati dall'oggetto hanno confermato che l'anomalia ha una composizione metallica la quale si sarebbe formata 14000 anni fa.

Ulteriori indagini ci portano a considerare due notevoli avvistamenti UFO verificatisi nella zona. Nel mese di giugno del 1977, durante un volo di routine sul Mar Baltico, un pilota svedese dell’ Air Force vede un UFO sorvolare la superficie del mare.Successivamente nel 1982 anche dei pescatori polacchi riferiscono di aver visto uno strano oggetto volante. Entrambi gli UFO sono stati riportati e visti sopra la zona dove si trova l'anomalia del Mar Baltico.Si tratta di una semplice coincidenza?
 









20 ottobre 2014

Comunicazione del Centro ufologico Siciliano.


Tra breve partirà il programma radiofonico "Cose dell'altro Mondo"trasmesso dall'immettente catanese RadioUniversal TV.Chiunque abbia avuto un avvistamento UFO e fenomeni connessi ad esso,avrà modo di parlarne in radio.Contattatemi liberamente con un messaggio privato su FB. Oppure inviare foto o video alla seguente posta elettronica: salvatoregiusa@alice.it



Fonte: Salvatore Giusa 

19 ottobre 2014

Il video andato in onda negli anni 70', che costo' la chiusura del programma TV



Dopo che questo video andò in onda, negli anni '70, il programma televisivo "Science Report" fu bruscamente interrotto, dichiarando che "la chiusura era stata decisa da tempo". La puntata in questione fu derubricata a "pesce d'Aprile". Indipendentemente da quale sia la Vostra opinione in merito ad Adam Kadmon, quanto esposto in questo servizio è veritiero: ascoltate con attenzione le "coincidenze" che illustra...



17 ottobre 2014

Il mistero di Roswell risolto da un documentario tedesco

Un documentario tedesco sostiene che il test di un segreto aereo nazista condotto dalla USAF è la vera cospirazione che si nasconde dietro il famoso incidente di Roswell.


L'incidente di Roswell è avvenuto nei primi mesi di luglio del 1947 quando qualcosa si è schiantato nel deserto all'insaputa dell'USAF. 
Inizialmente l’ USAF in un comunicato stampa riferi’ di aver catturato un disco volante precipitato nel deserto. Il giorno successivo tale affermazione venne ritrattata specificando che l’oggetto era solo un pallone meteorologico. Dopo di che, l'incidente venne dimenticato. Poi, nel 1970, Jesse Marcel, un ex ufficiale dei servizi segreti di Roswell Army Air Field, sconcerto’ l’opinione pubblica con le sue dichiarazioni con le quali affermava che la spiegazione con la quale si voleva attribuire quell’oggetto allo schianto di un pallone meteorologico era solo una bugia. Jesse Marcel fece queste dichiarazioni dopo aver visitato il luogo dello schianto e ciò che vide non era un pallone meteorologico. 
Da allora, centinaia di presunti testimoni si sono fatti avanti affermando di essere a conoscenza sull’attivita’ di dicover-up condotta dai militari nonostante che molti testimoni avevano riferito di aver visto alcuni corpi alieni. La storia dell’Area 51 è diventata talmente popolare da diventare un argomento molto discusso tra gli appassionati di Ufologia.Alla fine, a seguito delle numerose richieste di informazioni da parte di politici, e persino Bill Clinton, l'USAF ha ammesso che l'incidente di Roswell era in realtà il risultato di un fallito test di un pallone spia d’alta quota e che i corpi alieni erano in realtà dei manichini utilizzati per i crash test.
Il documentario tedesco si chiama "UFO e il Terzo Reich", e secondo questo nuovo documentario, i tedeschi stavano lavorando su un velivolo top secret chiamato Bell. Questa non è una nuova scoperta visto che i ricercatori UFO hanno scritto sulle leggende della campana per decenni. Tuttavia, il documentario include alcuni testimoni credibili. Uno di questi testimoni è l’ingegnere aeronautico Georg Klein. Egli afferma: "Questo è quello che ho visto, con i miei occhi a quell’epoca. Un UFO nazista.Non mi considero affatto un pazzo o un eccentrico o qualcuno cha lavora molto di fantasia." 
The Bell “La Campana” era presumibilmente un combinato che era stato progettato in alcuni stabilimenti segreti di Praga e che utilizzava la tecnologia dell’ elicottero . In seguito, nel 1943, gli Stati Uniti si sono appropriati di questa innovativa tecnologia che permetteva alla campana di volare.
Joseph Andreas Epp, un ingegnere che avrebbe lavorato al progetto, afferma che sono stati costruiti circa 15 modelli di velivoli a forma di campana. Egli ha aggiunto: 
"Le lame del sistema di propulsione avrebbero permesso alla campana di ruotare liberamente e di spostarsi in avanti come una trottola. Con tutta probabilità, la velocità ottenuta da queste lame, e così il loro valore di sollevamento, avrebbe potuto essere aumentata dirigendo i getti orizzontali regolabili leggermente verso l'alto per coinvolgere direttamente le lame, in modo da farle girare più velocemente alla digressione del pilota ". 
Anche se diversi testimoni affermano di aver lavorato al progetto, perché non abbiamo visto all'opera questa tecnologia e perché il governo continua a mantenere questo segreto? Perche ’il documentario vuole rispondere a questi interrogativi esclusivamente in lingua tedesca e non in inglese?


Ufo in cielo durante la conferenza di ufologi FOTO

BLACKPOOL (REGNO UNITO) – Durante una conferenza internazionale di ufologi che si è svolta a Blackpool in Inghilterra, un partecipante ha fotografato uno strano oggetto fermo in cielo, proprio sopra al luogo in cui era in corso la conferenza.

Qualcuno ha parlato della possibilità che si trattasse di un pallone aerostatico: un’ora dopo il suo avvistamento però, raccontano i presenti che lo strano oggetto è scomparso. Sam Wright, 70 anni, gestisce la conferenza annuale: al quotidiano inglese Metro ha detto che non è la prima volta che un oggetto sospetto del genere, viene avvistato in cielo durante la conferenza.

Ufo in cielo durante la conferenza di ufologi



16 ottobre 2014

Cinque Ufo avvistati nel New Mexico tra il 1961 e il 1965: il video

ROMA – Cinque foto che mostrerebbero degli Ufo sono rimaste nascoste per 50 anni. A raccontarlo con un video postato su YouTube il 12 ottobre scorso, è l’utente SecureTeam10 che ha unito in un video i cinque scatti ad alta risoluzione, che mostrano tutti il classico disco volante che vola in cielo.  Le foto sono state scattate nello Stato americano del New Mexico tra il 1961 e il 1965. Le cinque foto sono in bianco e nero e di proprietà del Mutual UFO Network , meglio conosciuto come MUFON, organizzazione che cataloga gli avvistamenti di Ufo indagando sui casi più interessanti e plausibili. Ammettendo che queste foto siano vere, non si capisce il perché siano state tenute nascoste per cinque decenni.




15 ottobre 2014

Velivoli antigravità; fino a quando ci verranno tenuti nascosti?


Possono volare a velocità sbalorditiva oppure librarsi senza sforzo a pochi metri dal suolo. E tutto questo senza fare rumore.Sono questi gli Ufo terrestri che sembrano provenire da un film di fantascienza?



Ma come è possibile? Molti esperti ritengono che la risposta è l’anti-gravità, una avanzata tecnologia di propulsione in grado di controllare una delle forze più potenti dell'universo.  Alcuni credono che questo dono non è più una esclusiva degli extraterrestri. Forse alcuni governi (senza fare nome) sono in possesso della segreta e avanzata tecnologia anti-gravità?  In caso affermativo, come è successo? E quali sono le implicazioni per il genere umano?  Dai segreti trattati stipulati con gli alieni ai laboratori nascosti dell’ Area 51,tutto ciò’ ci porta a riflettere su come i misteri della propulsione antigravitazionale continuano a essere nascosti all'occhio del comune cittadino.


TROVATA IN BULGARIA UN'ALTRA TOMBA DI UN VAMPIRO



E' stato ritrovato in Bulgaria uno scheletro con un palo piantato nel petto. Gli archeologi che l'hanno trovto l'han chiamata la "tomba del vampiro". Il prof. Nikolai Ovcharov ha detto di aver fatto questa scoperta durante gli scavi delle rovine di Perperikon, un'antica città della Tracia che si trova a sud della Bulgaria. La città è stata abitata sin dal 5000 a.c.. Solo 20 anni fa è stato scoperto un tempio dedicato a Dioniso (il greco del vino e della fertilita' ). Tra i reperti ritrovati in quel sito vi son diverse tombe di "vampiri". In queste tombe si vede chiaramente come chi ha deposto i cadaveri ha svolto un rituale "anti-vampiro". Quasi tutte infatti hanno un paletto di metallo infitto nel petto come la tradizione vuole e che sarebbe dovuto servire per impedire che il morto "resuscitasse" e ritornasse a terrorizzare i vivi. Questa tomba è stata scoperta nel luglio del 2013 e solo oggi ne è stata data la notizia.



14 ottobre 2014

Misteriosa luce verde sorvola la zona di San Isidro e Magdalena (Peru’)


Il 5 ottobre, mentre i rapporti sui recenti avvenimenti elettorali riportavano i primi risultati, un professore registrava la presenza di una strana luce verde nel cielo della Costa Verde .Nelle sue immagini, mandate in onda su “Al sesto giorno”, si vede chiaramente come un oggetto ovale di colore verde rimane nel cielo per diversi minuti e improvvisamente cambia forma prima di scomparire. Questo fenomeno è stato paragonato ad un incidente simile accaduto pochi giorni fa in Canada quando una conduttrice televisiva aveva mandato in onda le previsioni meteo ignara che alle sue spalle si muoveva un oggetto volante non identificato di colore verde.Ma il professore non è l'unica persona ad aver visto questo oggetto, poiche' altri abitanti di San Isidro e Magdalena , vicino al lungomare di Costa Verde , affermano di aver assistito allo stesso evento. Lo scopo delle relazioni mandate in onda dal programma televisivo “Al sesto giorno” era quello di consultare l'esperto Anthony Choy , il quale non nega la possibilità che l’oggetto potrebbe essere un UFO ,facendo notare inoltre che qualsiasi oggetto volante di origine terrestre può essere manovrato. Un altro caso simile a questo è quello di ponte Habich che solo successivamente si e’ scoperto che l’Ufo avvistato in quell’occasione non era altro che un aquilone illuminato da luci a LED. Un altro ricercatore che ha partecipato al programma televisivo ha affermato che l’oggetto avvistato potrebbe anche essere un drone.In ogni caso entrambi gli esperti hanno dichiarato che l'unico modo per sapere con certezza cosa fosse quell’oggetto è quello di visionare i video dell’Ufo filmato da alcuni testimoni residenti nella zona .



13 ottobre 2014

KANSAS: UNA FOTO, DUE UFO DI FORMA DIVERSA.

foto 1 - l'immagine con i due presunti UFO (cliccare per ingrandire)

Due oggetti fotografati contemporaneamente nel cielo sono il risultato di quanto osservato da un testimone di Valley Center (stato del Kansas) il 3 ottobre scorso. La particolarità delle immagini sta nel fatto che i due oggetti, immortalati nelle immediate vicinanze di alcune scie hanno forme completamente diverse tra loro: Il primo è un oggetto di forma triangolare mentre il secondo è il classico globo di luce. L’evento, immediatamente segnalato al MUFON (Mutual Ufo Network) è stato ritenuto dagli inquirenti particolarmente interessante oltre che per la nitidezza della foto in se, anche per alcune particolarità (forse dei disegni) che l’oggetto triangolare sembra apparentemente avere nella parte inferiore (foto 2, ingrandimento dell’oggetto).

foto 2 - ingrandimento dell'oggetto triangolare


11 ottobre 2014

La teoria choc di Marcianò: "Alluvione a Genova di origine artificiale"

Nubifragio a Genova tra il 9 ed il 10 ottobre 2014: ancora vittime innocenti e distruzione. Ancora una volta si tratta di un disastro voluto e di origine artificiale. Infatti in natura non esistono le "celle temporalesche V-Shape auto rigeneranti" (termine subito inventato dai centri meteo nazionali) [1]. E' un fenomeno che è stato puntualmente registrato dal radar Doppler della Protezione civile (che, anche in questo frangente, non ha avvertito la popolazione). E' dunque l'ennesima prova provata che, per provocare il flagello, si è impiegato con tutta probabilità, il TAURUS MOLECOLAR CLOUDS (TMC-65), installato su imbarcazioni, così come si verificò in altre innumerevoli drammatiche occasioni in Italia. E' ormai chiaro l'intento distruttivo perpetrato sulla nostra penisola ad opera di ignoti, con il solo scopo di avvalorare le tesi bislacche di un fantomatico ed inesistente "riscaldamento globale" da biossido di carbonio sì da incoraggiare e legalizzare, fiaccando il morale del cittadino inerme, l'uso della geo-ingegneria.



Nel novembre 2011 prevedemmo, con tre giorni di anticipo, l'alluvione a Genova e nel Levante Ligure (LINK). I metodi adottati allora nell'indurre l'alluvione sono perfettamente assimilabili a quelli del 10 ottobre 2014.
Matteo Renzi ha di recente dichiarato che "bisogna agire in qualsiasi modo per contrastare il riscaldamento globale". I notiziari di regime ripetono che questi nubifragi accadono causa del global warming. Morale? Ci stanno imbrogliando.

Mentre stiamo scrivendo, nel Ponente Ligure, stanno coprendo con scie chimiche igroscopiche. Dalla mappa satellitare si evince chiaramente che concentrano la perturbazione artificiale su Genova e sul Levante Ligure al fine di renderla micidiale.



[1] Le cosiddette "celle auto rigeneranti" violano il secondo principio della termodinamica, poiché in un sistema è impossibile realizzare una trasformazione ciclica il cui unico risultato sia la trasformazione in lavoro di tutto il calore assorbito da una sorgente omogenea, vale a dire che un temporale auto rigenerante richiederebbe un costante apporto di energia che, invece, con il passare del tempo tende a diminuire.


Barman va a funghi e avvista un Ufo


CINGOLI - Barman va a funghi e vede un Ufo: lo immortala con il suo cellulare e la foto diventa subito oggetto di curiosità e interrogativi Il protagonista dell’avvistamento è il titolare del “Gibson Cafè”, il cingolano Fabio Saltamartini. La località di avvistamento del disco volante è Elcito, la piccola frazione di San Severino Marche, un piccolo borgo immerso nella riserva tra il Monte San Vicino e Monte Canfaito.




FRANCIA: COSA VOLA NEL CIELO PARIGINO?

Un video interessante pubblicato su YouTube lo scorso 4 ottobre, mostra il passaggio di un oggetto ascendente al cielo filmato da un testimone nei pressi di un rilievo montuoso situato vicino Parigi, conosciuto con il nome di Mont Valérien. L’uomo afferma nel report di aver visto l’oggetto apparire improvvisamente ed ascendere al cielo verso il tramonto. La sequenza, opportunamente schiarita, mostra in effetti un oggetto di colore scuro dotato di propulsione propria che viaggia a gran velocità verso l’alto passando dietro le nuvole. L’evento, considerato al momento non identificato (nel senso che non ci sono conferme ufficiali), potrebbe essere un test missilistico oppure il volo di prova di un prototipo sconosciuto.






Nuovo studio: “3.000 civiltà extraterrestri nella Via Lattea”

La Via Lattea potrebbe essere la casa di circa 3.000 civiltà extraterrestri, ma – conclude un nuovo studio – il verificarsi di un contatto con i nostri cugini galattici, per via delle grandi distanze, sarà estremamente raro.

I dati raccolti dal telescopio spaziale Kepler della NASA e di altri osservatori atti a scrutare pianeti oltre il sistema solare indicano che la Terra è uno dei circa 40 miliardi di mondi potenzialmente abitabili nella galassia, con circa un nuovo pianeta adatto alla vita che si forma ogni anno, ha dichiarato l’astronomo Michael Garrett, capo della fondazione di ricerca astronomica olandese ASTRON, durante il Congresso astronomico Internazionale tenutosi a Toronto.

Ciò sembra promettente, se si considera la vastità della Via Lattea, che si estende per più di 100.000 anni luce di diametro. La luce viaggia a circa 186.000 miglia al secondo (circa 300.000 chilometri al secondo), ma un segnale impiegherà però più di 4 anni per raggiungere il vicino sistema di Alpha Centauri e 100 mila anni per viaggiare da un estremo della galassia all’altro.

“In media“, afferma Garrett, “ci aspettiamo che le civiltà debbano essere separate da almeno 1.000 anni luce nella Via Lattea. Questa è una grande distanza, e per scopi di comunicazione ciò è necessario per consentire il doppio della distanza da percorrere, quindi si sta parlando di civiltà che si devono trovare là intorno per almeno qualche migliaio di anni in modo da avere l’opportunità di parlare le une con le altre“.

E aggiunge: “Noi non sappiamo realmente quali siano le scale temporali in cui persistono tali civiltà“.

L’unico esempio disponibile – la Terra – indica che la vita si sia sviluppata essenzialmente non appena le condizioni siano diventate adatte, ma la vita intelligente sorse relativamente tardi.

“E ciò è accaduto sostanzialmente negli ultimi minuti della evoluzione complessiva della vita sul pianeta”, ha detto Garrett. “Io non voglio essere troppo negativo su ciò, ma … la mia conclusione di base è che i segnali SETI saranno rari nella Via Lattea“.

Questo non significa che gli astronomi non debbano osservare, ha aggiunto. Anzi, al contrario, dati gli enormi balzi tecnologici in radioastronomia e nelle tecniche di elaborazione dei dati rispetto a ciò che era disponibile 60 anni fa nei programmi SETI (Search for Extraterrestrial Intelligence).

Il SETI, inoltre, sta beneficiando di progetti di radio astronomia sorella, come ad esempio la ricerca in corso per trovare la fonte di misteriose esplosioni radio transienti.

“Il SETI non è agevole, ma è una ricerca che è valsa la pena effettuare. La questione è davvero importante“, ha detto Garrett. “Chiunque ha interesse a ciò, non solo gli scienziati e appassionati dello spazio. La gente della strada è interessata a sapere cosa c’è là fuori“.


9 ottobre 2014

Gli Dei venuti dal cielo,convegno!

Vi aspettiamo numerosi alla nuova iniziativa del centro ufologico siciliano.Per l'imita di posti a sedere,consigliamo di iniziare a prenotare onde evitare di rimanere in piedi!




Fonte:C.U.S

Un altro UFO di colore verde avvistato questa volta in Perù


Il 5 ottobre 2014, una donna si e’ resa testimone dell’avvistamento di un incredibile oggetto luminoso apparso nel cielo di Lima, capitale del Perù. L'UFO di colore verde aveva una forma discoidale e a volte sembrava cambiare forma assumendo l’aspetto di un "boomerang".La testimone inizialmente era convinta di osservare il volo di un drone controllato da remoto, nonostante fosse sprovvisto delle luci lampeggianti che per legge anche gli aerei senza pilota devono essere dotati . Questo avvistamento ricorda quello del 3 Ottobre 2014, quando durante un bollettino meteo trasmesso in diretta su TVA News, una rete canadese, un misterioso oggetto di colore verdastro faceva la sua comparsa dietro le spalle della conduttrice Colette Provencher.Forse è lo stesso oggetto?


8 ottobre 2014

Ufo su Seattle? “L’ho ripreso dal finestrino dell’aereo” VIDEO




SEATTLE – Un passeggero a bordo di un aereo che stava volando sopra Seattle, ha filmato un oggetto in volo che, secondo l’autore del video, assomiglierebbe ad un ufo. Almeno questo è quello che sembra vedendo il video postato su YouTube lunedì 6 ottobre.

L’immagine è breve e granulosa e non è facile capire se si tratti di un vero e proprio oggetto volante oppure di qualcos'altro. Il filmato sembra autentico: la persona che lo ha ripreso ha raccontato di averlo visto in cielo solo per due minuti.



Amministratore Nasa Charles Bolden a Roma: "Italia partner fondamentale, conquisteremo Marte nel 2030"

"Il viaggio per raggiungere Marte dura sei mesi, per affrontarlo c'è bisogno della collaborazione di tutti i Paesi e di tutti i cervelli". Così l'amministratore della Nasa, Charles Frank Bolden, all'incontro "Reaching for the stars: example from my life as a marine", tenuto il 6 Ottobre a Roma al tempio di Adriano. All'appuntamento hanno partecipato un selezionato gruppo di studenti universitari italiani ai quali, il direttore dell'ente americano, ha illustrato il passato e il futuro dei viaggi spaziali. Molte le domande sui lavori per raggiungere il pianeta rosso, a tutti l'ex astronauta ha garantito che il primo viaggio partirà nel 2030, come da programma, grazie al nuovo razzo Sls (space Launch system) in fabbricazione. Per ottenere i risultati sperati, però, è necessaria la"piena collaborazione di i 22 Paesi che collaborano con la Nasa all'impresa", ha tenuto a precisare. Le prossime tappe dell’esplorazione umana dello spazio sono segnate. Quattro volte in carriera a bordo dello shuttle, primo afroamericano alla guida dell’agenzia spaziale statunitense, ha incontrato inoltre vertici dell’Asi e dell’Esa. 

RaiNews è riuscito a intervistarlo. A seguire le sue parole e il video della sua partecipazione.Che ruolo ha l’Italia nelle Scienze Spaziali?

Per noi è un partner fondamentale, sia sulla Stazione Spaziale Internazionale sia nelle relazioni bilaterali collegate a progetti nei vari ambiti di ricerca ed esplorazione in cui la Nasa è coinvolta. Gli italiani tra l’altro saranno anche nel team dell’Agenzia Spaziale Europea che fornirà un modulo per la navicella Orion, il nostro prossimo veicolo di esplorazione dello spazio profondo. Lei è stato quattro volte sullo shuttle. Che consigli può dare a Samantha Cristoforetti, che tra un mese andrà sulla Stazione Spaziale Internazionale e diventerà laprima donna italiana nello spazio? Non ha bisogno di consigli, ma le direi di rilassarsi e di godersi l’esperienza. So che farà un ottimo lavoro perché è addestrata egregiamente e non vedo l’ora di avere l’opportunità di incontrarla prima che parta. L’altra cosa che le direi è: “Assicurati di non essere l’ultima donna italiana nello spazio. Torna e recluta molte altre giovani donne che seguano i tuoi passi”. La Cina e l’India hanno iniziato la propria corsa verso lo spazio.

Cosa pensa dei loro progetti?

Collaboriamo con la Cina e l’India in vari modi, come facciamo con altre nazioni. Ad esempio stiamo collaborando con la missione indiana che una decina di giorni fa è arrivata in orbita intorno a Marte. Lo abbiamo fatto anche nella missione Chandrayaan 1, diretta sulla Luna, e stiamo lavorando con loro sulla Chandrayaan 2. Il primo ministro indiano ha incontrato il presidente Obama a Washington e hanno rilasciato un a dichiarazione congiunta sul valore della nostra cooperazione in ambito spaziale. Collaboriamo anche con l’Accademia delle Scienze cinese in due aree: la geodetica, cioè lo studio di come la Terra si muove e potenzialmente la ricerca di segnali di terremoti in arrivo, e anche nello studio dei ghiacciai dell’Himalaya. Abbiamo 122 partner nel mondo e lavoriamo con molti di loro in svariati modi.45 anni fa la Nasa portò un uomo sulla Luna. Dove sarà arrivata l’umanità nel 2060?

Penso che saremo andati ancora più in profondità nell’esplorazione umana del Sistema Solare. Oggi la nostra destinazione, il nostro orizzonte, è Marte. Tutto ciò che facciamo, nello sviluppo delle tecnologie e nello studio della fisiologia umana nello spazio, servirà per portare in tutta sicurezza degli astronauti sul Pianeta Rosso, farceli rimanere per un periodo di tempo e farli tornare indietro. Entro il 2025 cercheremo di essere in grado di mandare degli uomini su un asteroide. L’obiettivo è spostarne uno dalla sua orbita e posizionarlo in orbita intorno alla Luna. È quello che chiamiamo il terreno di prova che ci permetterà di fare il passo successivo, che sarà verso Marte, dove gli uomini arriveranno a metà degli anni ’30. "Fai tutto quello che puoi, con quello che possiedi, nel tempo che hai, nel luogo in cui sei". Con le parole, forti e commoventi, che furono di Nkosi Johnson, il bambino sudafricano nato in povertà in una bidonville malato di Aids e morto a soli 12 anni, l'amministratore generale della Nasa, l'agenzia spaziale Usa, Charles Bolden ha chiuso a Roma al Tempio di Adriano il racconto ad un selezionato gruppo di studenti italiani dell'avvincente percorso di vita che lo ha portato prima ad essere un marine, poi astronauta e infine capo della Nasa. Un messaggio chiaro: siamo sempre e comunque tutti uguali, specie di fronte alle sfide che l'Universo e l'esplorazione umana del Cosmo, rilanciata dall'amministrazione Obama con l'annuncio della prima missione umana su Marte al 2030, ci pongono davanti. Organizzato da agenzia spaziale italiana, ambasciata degli Stati Uniti, Nasa e Camera di Commercio di Roma, l'evento ha visto Bolden tracciare i confini dell'esperienza, anche internazionale, dell'agenzia Usa, incalzato dalle domande dei giovani in sala. Saluto di benvenuto affidato a Stefano Venditti, presidente di Asset Camera, con interventi anche del presidente dell'ASI Roberto Battiston e del prof. Marcello Onofri, della Facoltà di Ingegneria della Sapienza, che ha curato la presentazione di Agrospazio in Expo 2015 presentando il progetto di una serra spaziale. "Siete dei privilegiati - ha concluso Bolden - perchè oggi siete qui ma non dimenticate mai il significato vero del messaggio di uguaglianza di Nkosi".






6 ottobre 2014

UFO su Washington D.C.? Il NORAD esclude esperimenti


La notizia è stata pubblicata dal Washington Post e, stranamente, vista anche l’importanza della fonte non ha avuto, come meritava, diffusione internazionale. Degli oggetti volanti non identificati (UFO), che al momento rimangono tali, hanno di nuovo fatto apparizione sui cieli della capitale statunitense. Come gli addetti ai lavori e gli appassionati sapranno, Washington D.C. è stata sempre interessata dai sorvoli di misteriosi oggetti, basti pensare ai famosi ‘Caroselli di Washington’ di luglio del 1952 del Ventesimo secolo – e relative polemiche sui fatti – e la relativa “replica” del 2002. Quindi non deve sorprendere la loro riapparizione sulla stessa capitale dopo anni. L’ultimo avvistamento, comprovato da una istantanea, risale al mattino del 15 settembre 2014. Molti testimoni notano in alto nel cielo dei misteriosi oggetti.Uno di essi, tale Rob Pierce, descrive ciò che ha visto: “Ho notato quei punti bianchi nel cielo a ovest, in prossimità della Luna. Essi non sembravano essere in movimento, quindi non erano aerei o piccole porzioni di nuvole e sembravano essere troppo piccoli per essere elicotteri. La mia ipotesi migliore? Che possa trattarsi di palloni“. Sul portale Twitter di ‘Capital Weather Gang’ ci sono stati numerosi interventi di utenti, i quali hanno dichiarato che gli oggetti nel cielo fossero due, mentre altri testimoni parlavano invece di otto (testimonianza di Angela Fritz). Per verificare se questi oggetti fossero, o meno, palloni meteo, Fritz ha chiamato il National Weather Service che ha confermato il NON lancio di particolari palloni meteo. Singoli palloni meteo vengono lanciati due volte al giorno da Sterling (Virginia), ma non sono visibili sopra il distretto. Altri, sempre sul profilo Twitter di ‘Capital Weather Gang’, si sono chiesti invece se gli oggetti non fossero altro che aerostati o dirigibili JLENS. Per rispondere a questo quesito, il NORAD (North American Aerospace Defense Command) ha contattato via Twitter il ‘Washington Post’ e – colpo di scena – ha dichiarato che gli oscillanti oggetti bianchi NON facevano parte del programma JLENS e che esso inizierà nel mese di dicembre 2014.




Fonte: http://ufoedintorni.wordpress.com/

I primi a screditare l'ufologia? "Sono gli ufologi" parola dello scrittore Philippe Marlin

Nel pittoresco ritrovo di Rennes-le-Château, un caratteristico villaggio d'oltralpe, si è svolto il 7 settembre 2014 il secondo congresso francese sull’ufologia. I lavori delsimposio, a cui hanno partecipato una sessantina di specialisti di “fenomeni inspiegabili”, sisono basati essenzialmente su osservazioni scientifiche. L’editore francese PhilippeMarlin, organizzatore della manifestazione, ha lanciato un duro atto di accusa verso un certo approccio allo studio degli oggetti non identificati: “Persone dotate di troppa fantasia hanno inquinato e danneggiato gravemente l’ufologia" – ha commentato. “Suinternet è molto facile fabbricare immagini. I video vanno analizzati per verificare che non si tratti, ad esempio, della Stazione spaziale internazionale – ha aggiunto Gilles Thomas, direttore di una web Tv che si occupa del fenomeno ufo. Marlin non si è fermato a questo, ma ha rincarato la dose in un'intervista a Le Parisien, in cui si augura che in futuro la materia venga trattata con più serietà Secondo l'editore l'ufologia deve diventare una materia specialistica, nonostante il disprezzo di alcuni per lo stato in cui versa attualmente. "L'Ufologia non è morta, -dice- Accogliamo con favore ricercatori di tutto rispetto che fanno indagini vere e proprie". Per legittimare il loro approccio, gli organizzatori hanno lavorando per tutto l'anno con il GEIPAN, il Gruppo Francese di Studio e Informazione sugli oggetti non identificati, attivo in Francia da molti anni, e punto di riferimento per la serietà delle sue indagini e la composizione del Panel di Esperti. Non si sono mai visti tanti Ufo, o si è creduto di vederne, come in questi tempi : “La moltiplicazione di droni è un nuovo fattore di equivoco per le osservazioni che si concentrano su fenomeni luminosi – sottolinea Didier Gomez, della rivista UFOmania anche lui invitato al congresso.

“Quando dagli archivi dell’ufologia si tolgono queste osservazioni poco sicure, resta ancora un 22% di testimonianze convalidate, per le quali non vi sono spiegazioni razionali. Questi dossier ci interessano – ha commentato l’ufologo Thibaut Canuti. Canuti ha concentrato le sue ricerche sull’aumento delle osservazioni di Ufo vicino a siti nucleari strategici. Cita casi negli Stati Uniti, in Francia : “Si tratta di un fenomeno furtivo e discreto, Possediamo elementi seri, basati sulle testimonianze di militari.”Marlin aveva dichiarato a Le Figaro, che non faceva al caso suo tenere conferenze stravaganti. "Noi non vogliamo lavorare di fantasia. [...] I prima a screditare l'ufologia sono gli ufologi. Per questo nella riunione che si era tenuta i primi giorni di settembre, scienziati e curiosi presenti hanno potuto partecipare a diversi dibattiti, per determinare che cosa può essere studiato come disciplina, e cosa va lasciato alla fantasia di chi demolisce la materia. Un interesse particolare è stato riservato alla possibilità che alcuni pianeti extrasolari ospitino la vita. Si è tentato di approfondire come potrebbe essere la natura di questa "vita" extraterrestre e che tipo di relazioni potrebbe avere con la Terra. Il precedente, La polemica del 2012. L'ASSAP: Association for the Scientific Study of Anomalous Phenomena: l'ufologia è morta. "Fra dieci anni l'ufologia e gli studi connessi al fenomeno extraterrestre saranno solo un ricordo." Parola di Dave Wood, portavoce dell’Association for the Scientific Study of Anomalous Phenomena (ASSAP), l’associazione che nel Regno Unito coordina i tanti gruppi di ufologi e appassionati di fenomeni inspiegabili. Al Daily Telegraph Wood spiegava che l'interesse per l'argomento stava andando scemando, che le prove che si aspettavano di avere non si sono mai presentate. Per rafforzare il suo ragionamento il portavoce dell'ASSAP ricordava che le testimonianze ufo sono in costante calo, e che i convegni sono solo eventi nostalgici in cui si parla sempre e solo delle stesse cose, Da Roswell ai casi di abductions più celebri. Roba vecchia per un mondo che corre veloce. Wood sosteneva che gli ufologi stessero abbandonando la fenomenologia classica, fatta di foto video a realtà testimoniali per unirsi al filo cospirazionista, oggi molto più in salute dell'ufologia tradizionale. Analizzando il periodo  passato, Wood, individuava una nuova rinascita dell'interesse sugli alieni a cavallo degli anni 90, quando i cerchi nel grano, sembravano aver risvegliato la passione per il tema. In quel periodo di pensava che i pittogrammi che apparivano nelle campagne inglesi fossero la nuova strategia individuata dagli extraterrestri per farci capire che esistevano. Le ammissioni di molti bontemponi e l’inflazione di cerchi nel grano all’inizio del nuovo secolo hanno portato ad abbandonare anche questa pista, e oggi i crop cirles sono solo un'ottima espressione di Land Art.


Fonte:http://www.ufoonline.it/ 

Archivio