30 agosto 2014

Avvistamento ufo in Pennsylvania



Nuovo caso di avvistamento ufo è stato registrato lunedì 25 agosto nello stato americano dellaPennsylvania.Una donna, Stephanie Wilkerson, ha affermato alla stampa ciò che le è accaduto: lunedì sera stava guardando il cielo, mentre beveva un bicchiere di vino, e all'improvviso qualcosa ha attirato la sua attenzione.Un oggetto volante e luminoso stava effettuando manovre particolari nel cielo, ma la cosa più strana era il continuo cambiamento del colore dell'oggetto.Inizialmente Stephanie pensava si trattasse di un aereo e così ha chiesto conferma a suo marito e al suo vicino di casa. Quest'ultimo, stupito dall'oggetto, ha preso un binocolo per osservare meglio l'ufo e, guardandolo, ha notato diverse luci che, durante una manovra, sono diventate improvvisamente di color giallo.Il vicino di casa non si è arreso e ha deciso di chiamare la stazione di polizia per avvisarla di ciò che stava accadendo nel cielo: un ufficiale di polizia, non sapendo di cosa si trattasse, si è messo in contatto con l'Harrisburg International Airport per scoprire un'eventuale attività degli aerei nella zona, ma la risposta è stata negativa.La notizia dell'avvistamento è stata subito portata in tv dall'ABC 27 che ha intervistato Stephanie Wilkerson, mostrando anche un breve video dell'ufo.

CANADA: INTERESSANTE AVVISTAMENTO NON IDENTIFICATO.


Una coppia canadese di Edmonton è stata protagonista, il 2 agosto scorso, dell’interessante avvistamento di un errante globo luminoso apparso in pieno giorno a sud della cittadina nord americana. I due stavano percorrendo un tratto autostradale quando la loro attenzione è stata attratta da un oggetto circolare biancastro proveniente da est che vagava nel cielo attraverso le nuvole compiendo repentini cambi di direzione, senza essere influenzato dal vento.

 

Avvistati tre UFO mentre volano in formazione vicino alla Stazione Spaziale

Questi tre UFO Sono stati osservati    vicino alla Stazione Spaziale . Gli UFO in realtà si muovono attraverso lo Schermo verso l'alto. Questo è davvero raro, si spostano in Formazione, lasciando l 'Atmosfera terrestre. Ottima la cattura da Streetcap1 e la prova Definitiva di alieni Che condividono il nostro Pianeta.Sotto il video.




27 agosto 2014

Ancora ufo sul Belgio.

Continuano le segnalazioni di oggetti volanti non identificati in Belgio. Le foto che vedete in basso sono state realizzate da un video  il 29 luglio 2014, tra le 00:10 e le 00:20. Al momento si sa poco dell'avvistamento,ma vi terrò aggiornati sempre su questo blogger.

L'oggetto bianco al centro



Fonte :S.G - M.M

26 agosto 2014

Un contatto con gli E.T. a Porto Rico?

15 agosto 1977: il radiotelescopio Big Ear dell’Università dell’Ohio registra un misterioso impulso radio proveniente dallo spazio profondo, passato alla storia come“Segnale WOW!”, dal commento di stupore scritto a mano sul tabulato stampato dal computer. 15 agosto 2014: nei cieli di Porto Rico, una semplice webcam registra immagini ed audio che sembrano una replica di quello stesso messaggio. Possibile?



Sono decenni che gli scienziati sono in ascolto per captare trasmissioni radio provenienti da altri pianeti abitati da creature intelligenti. I primi a suggerire di cercare nello spettro delle microonde per individuare le comunicazioni interstellari furono, nel 1959, due fisici della Cornell University, Philip Morrison e Giuseppe Cocconi. Un’idea subito abbracciata da Frank Drake- l’inventore della famosa equazione per calcolare le potenziali civiltà aliene sparse nel cosmo.
La conferenza organizzata nell’ottobre del 1961 nella Virginia dell’Ovest segnò il punto di partenza del SETI- acronimo di Search for Extra Terrestrial Intelligence – il progetto promosso proprio da Drake e diventato una realtà nel 1974. Tra i radiotelescopi coinvolti nella raccolta di dati, c’è anche l’ osservatorio di Arecibo, a Porto Rico. Ma dopo il Segnale WOW!, da 37 anni a questa parte, nessuna antenna ha mai piùcatturato emissioni radio del genere. Fino ad oggi.
Un gruppo di ricercatori alternativi ha annunciato di essere entrato in contatto con una forma di vita intelligente sconosciuta. Nel giorno dell’anniversario del Segnale WOW!,Joshua P. Warren e i suoi collaboratori hanno infatti inviato un messaggio registratoda George Noory, il conduttore di un programma radiofonico molto noto negli Stati Uniti, “Coast to Coast”, nelle vesti di ambasciatore della Terra. Per tutto il giorno, da Arecibo e da altre località, hanno trasmesso queste parole:
“In questa data- tempo terrestre 15 agosto 1977- avete cercato di comunicare con noi. Ora siamo orgogliosi di riconoscere il messaggio e di rispondere. Io rappresento coloro che vogliono superare le sfide delle nostre civiltà e fruire del cosmo in reciproca esplorazione. Io parlo a nome dei Terrestri che credono sia arrivato il momento per il nostro popolo di entrare in contatto con il vostro popolo per apprendere e vivere in armonia.



Come prova della vostra cooperazione, per condividere questa data come quella di nascita di una nuova era di pacifico contatto, umilmente e sinceramente vi chiedo diapparire oggi, alla nostra gente, nei cieli vicino a queste coordinate GPS: 18 gradi, 1 minuto e 385 secondi Nord; 67 gradi, 10 minuti e 454 secondi Ovest. Vi chiedo anche di incrementare la vostra comunicazione e comprensione nei prossimi giorni. In pace, armonia e buona volontà. Grazie.”
Inaspettatamente, la risposta sarebbe davvero arrivata. Nel punto indicato dalle coordinate era piazzata una telecamera puntata verso il cielo, in funzione per molte ore ininterrottamente, che avrebbe registrato alcune anomalie. Innanzitutto, un oggetto che sembra apparire e scomparire all’improvviso. E poi, un suono che assomiglia a quello captato nel 1977. L’equipe di Warren lo ha comparato con il Segnale WOW!,riscontrando delle analogie, tanto da ipotizzare che si sia trattato di un secondo tentativo di entrare in comunicazione con noi.
“Crediamo che l’Ufo ci abbia inviato lo stesso segnale arrivato dallo spazio e registrato dal SETI 37 anni fa”, ha detto il ricercatore. “È stata una vera sorpresa. L’originale Segnale WOW! è stato captato da un’enorme antenna che scandagliava il cosmo e il nostro segnale è stato catturato da una normale webcam, non ce l’aspettavamo. Non è identico, ma è fondamentalmente la stessa trasmissione trasformata in audio. O meglio, sono così simili che si tratta dello stesso suono captatoin modi diversi.”
Sul sito Areciboproject.com, Warren ha postato la sequenza video in cui si vede una piccola macchia scura (“a forma di disco”) palesarsi tra le nuvole, davanti alla telecamera in diretta streaming. In contemporanea, il microfono della webcam ha registrato anche quel suono insolito che si è ripetuto, in diverse modulazioni, nell’arco della giornata del 15 agosto.



“Da notare che esso non si poteva sentire all’ udito, era ovviamente un segnale elettromagnetico indotto nel microfono. Non si tratta però di un effetto Larsen, le apparecchiature erano schermate per evitarlo ed erano monitorate dal nostro personale. Inoltre, le trasmissioni inviate dal nostro gruppo erano lontane miglia dalla telecamera e consistevano solo nel messaggio di Noory.”
Il filmato è stato analizzato a Washington D.C. dal regista Eric Scott, mentre l’audio è stato elaborato da uno studio in Carolina del Nord. I ricercatori sono pronti a far esaminare il video ad altri esperti, sia per verificare il presunto Ufo, sia per comparare i due file audio. Da parte sua, Joshua Warren sembra però non avere dubbi sulla realtà di quanto accaduto lo scorso 15 agosto.
“Dopo sette anni di ricerca da queste parti, tutte le prove raccolte a Porto Rico suggeriscono che potremmo avere a che fare con una nuova forma di vita”, afferma. “Droni a volte enormi, a volte più piccoli: credo che questi esseri possano essere unibrido organico/elettronico altamente avanzato ed estremamente efficiente. Probabilmente si sono evoluti per molto più tempo degli umani e ora sono in grado di compiere viaggi interstellari e interdimensionali, apparendo e scomparendo dalle nostre dimensioni visibili quasi istantaneamente.”
Inoltre, le varie immagini scattate sull’isola e le numerose testimonianze – a suo dire- proverebbero la volontà, da parte di queste creature, di tentare un approccio con i terrestri e non solo in epoche recenti. ”Secoli di tradizioni locali, combinati con le nostre moderne ricerche, indicano che potrebbero essere sensibili al pensiero umano, spesso impegnandosi in un contatto quando una singola persone o un gruppo di personetelepaticamente desidera interagire con loro. Non conosciamo i loro programmi finali, ma se fossero stati dannosi per noi umani, ne avremmo già subito le conseguenze.”


SABRINA PIERAGOSTINI

23 agosto 2014

INGEGNERE AUSTRALIANO SI COSTRUISCE IL SUO DISCO VOLANTE

Un Ingegnere in pensione, Duan Phillips, ha trascorso gli ultimi 15 anni della sua vita a sviluppare un veicolo a forma di disco volante. Ha 86 anni ed ha in programma di costruire un disco di 5,5 metri "all'interno di un hangar presso l'aeroporto Rutherford in Maitland", Australia, e crede di avere il potenziale giusto per poter rivoluzionare il trasporto aereo in tutto il mondo. Questa macchina utilizza lame orizzontali che ruotano nella camera centrale e spingono l'aria verso il basso attraverso il disco.


Un'elica all'estremità posteriore della nave fornirà spinta, mentre il flusso d'aria che ruota lo strato esterno delle ali fornirà stabilità giroscopica. Phillips dice che il disco sarà più veloce e più sicuro di un elicottero e più facile da atterrare di un aereo convenzionale. "La maggior parte delle persone dicono che è una buona idea quando sentono di questa cosa," dice.  



"Altre persone trovano molto divertente la mia invenzione quando gliela faccio vedere." Anche se c'è ancora del lavoro da fare prima che il veicolo si libri verso il cielo, Phillips spera che il suo disco volante sarà pronto per i test entro la fine dell'anno.  

Il Monte Bianco vietato ai credenti Ufo

(ANSA) - "Nessuna richiesta di autorizzazione e nessuna concessione e' stata rilasciata per il pellegrinaggio new age sotto al Monte Bianco, che è "proprietà privata del comune".











Il sindaco del comune francese di Saint-Gervais-Les-Bains ha vietato così l'evento organizzato per domani dai membri britannici di un'organizzazione spirituale che sostiene l'esistenza degli Ufo, la Aetherius Society.

21 agosto 2014

TROUPE GIORNALISTICA CANADESE FILMA UN OGGETTO NON IDENTIFICATO.


Una troupe giornalistica canadese salita a bordo di un elicottero per filmare un incendio boschivo avvenuto il 17 luglio scorso, in una zona a nord est di Vancouver, è stata protagonista di un inaspettato avvistamento non identificato immortalato dalle telecamere e pubblicato sul sito Castanet.net. L’oggetto in questione, sbucato improvvisamente da alcune nuvole situate su una montagna limitrofa, ha sorvolato velocemente la zona mentre era in corso il lancio di materiale ignifugo per lo spegnimento delle fiamme. L’evento, durato pochi secondi, è stato notato da un testimone durante la visione online delle immagini. Secondo le dichiarazioni raccolte, l’oggetto avrebbe lasciato, al passaggio, una sottilissima scia, indicazione che escluderebbe la presenza di un’anomalia dovuta all'obiettivo della telecamera o ad un fenomeno di rifrazione. Le immagini integrali, inviate successivamente al MUFON (Mutual Ufo Network) sono state successivamente analizzate da alcuni esperti che ne hanno confermato la genuinità interpretando però il fenomeno con il passaggio nell'atmosfera di un “Earth grazer”, ossia un piccolo bolide che avrebbe attraversato l’atmosfera per poi rientrare nello spazio senza impattare sulla crosta terrestre.


 


NUVOLA PERFORATA: UFO O FENOMENO METEOROLOGICO?

Un complotto? Un esperimento segreto del governo? Un UFO?…Oppure cosa?!


Questo strano e raro fenomeno che capita di vedere in alcune nuvole nei cieli di tutto il mondo viene definito con il nome di Skypunch, e si presenta come una nuvola perforata, come se un grosso pugno l’avesse dissolta. Il buco a forma circolare e di grosse dimensioni nel cielo terso, ha rimandato la mente degli osservatori alle soluzioni più assurde e sovrannaturali, richiamando alle labbra parole come: UFO, extraterrestri, complottismo e altro… Eppure basta conoscere qualche piccolo segreto fisico, chimico e meteorologico per poter dare una semplice risposta al fenomeno.Esiste quindi una spiegazione scientifica, ma vediamo di cosa si tratta e a cosa è dovuta una formazione di questo tipo così rara e stupefacente.


Il fenomeno è stato studiato da un team di esperti, guidato da Andy Heymsfield del National Center for l’Atmospheric Research di Boulder in Colorado. Il gruppo di scienziati ha studiato il fenomeno osservando ben 92 buchi nelle nuvole in Texas, utilizzando il satellite GEOS (Geodetic Earth Orbiting Satellite). Dal lunghissimo studio è emerso che la causa principale che provoca i buchi nelle nuvole, sono le scie prodotte dagli aerei, si tratta pertanto di un fenomeno artificiale. Le nuvole possono essere costituite dapiccole goccioline d’acqua che risultano allo stato liquido pur essendo ad una temperatura di molti gradi sotto lo zero, questo stato viene definito dagli esperti:stato sopraffuso. Fino a quando non interviene un disturbo al sistema, le particelle sono in grado di rimanere in queste condizioni, di stato di sopraffusione, per molto tempo. Nel momento in cui interviene un fenomeno che causa l’instabilità, come ad esempio la scia di scarico degli aerei che agevola la cristallizzazione delle goccioline sopraffuse trasformandole così in ghiaccio. L’acqua, sotto forma ormai solida, è più pesante,tendendo così a precipitare, lasciando un piccolo buco nella nuvola, in genere di una decina di metri. Ma come fanno quindi i fori ad espandersi in maniera così repentina e a raggiungere undiametro che può andare tra i 10 e i 50 km? Anche questo fenomeno è di semplice comprensione. Quando il liquido passa allo stato solido (transizione di fase) libera del calore; questa energia innesca una corrente circolante attorno ai cristalli di ghiaccio che si sono formati, provocando l’evaporazione dell’acqua sopraffusa. Si innesca così un processo con effetto domino che determina il progressivo allargamento del buco della nube. I cristalli di ghiaccio si uniscono per coalescenza ingrandendosi, ed essendo più pesanti, tendono a precipitare formando così una virga, causando la caratteristica “V” o “ala”, che sembra con molta fantasia, quella di un angelo. Da qui tutte le fantasticherie sull’Apocalisse e sulle punizioni divine o ultraterrene.

19 agosto 2014

CEFAA CILE ASSICURA: GLI UFO NON SONO UN PERICOLO PER L'UOMO

Gli Ufo non costituiscono un pericolo, ma sono un fenomeno reale che necessita di ulteriori approfondimenti. È la conclusione alla quale è giunto un consesso di illustri esponenti del mondo scientifico e militare del Cile, che si sono riuniti per discutere di UAP- l’acronimo di Unidentified Aerial Phenomena, la sigla preferita dagli esperti quando devono discutere di misteriosi oggetti volanti che appaiono nei cieli di mezzo mondo. 
La riunione è stata promossa dal CEFAA, il comitato che da ormai molti anni è stato incaricato dal governo di Santiago del Cile di studiare i fenomeni aerei anomali: è parte della DGAC, la Direzione Generale dell’Aeronautica Civile ( l’equivalente del nostro Enac ). A dirigerlo, il generale Ricardo Bermudez. Con lui, seduti al tavolo per discutere dell’ argomento scottante, lo scorso 31 luglio c’erano altre 19 personalità di rilievo.
“Desidero ringraziare tutti i componenti di questa commissione per il serio approccio scientifico con il quale investigano su questo fenomeno, cosa che ha dato lustro al CEFAA non solo in Cile, ma anche all’estero”, ha detto aprendo la riunione il nuovo direttore del DGAC, il generale Rolando Mercado. Tra i presenti, anche due astronomi, un chimico nucleare, un dottore specializzato in Medicina dello Spazio, un fisico, uno psicologo dell’esercito oltre a vari ufficiali in divisa, inclusi alcuni piloti. Il resoconto della discussione, che si è protratta per alcune ore, è stato sintetizzato da un articolo dell’ Huffington Post, a firma di Leslie Kean, giornalista e scrittrice, autrice del bestseller “UFOs: Generals, Pilots and Government Officials go on the record”, nel quale ha raccolto le testimonianze di alti ufficiali dell’esercito, piloti civili e militari, funzionari governativi. “Finalmente, un libro serio e ragionato su questo discusso argomento. Scettici e credenti troveranno un tesoro di informazioni acute ed illuminanti”, aveva commentato dopo la sua pubblicazione il fisico teorico Michio Kaku. 

AL CENTRO, IL GENERALE BERMUDEZ, DIRETTORE DEL CEFAA  

Nel vertice che si è tenuto nella sede della DGAC, i vari partecipanti hanno espresso il loro parere in merito alla pericolosità di quelle sagome luminose e di quegli oggetti apparentemente solidi più volte avvistati anche in Cile, spesso da personale militare molto esperto. “A parte una ovvia distrazione per gli equipaggi degli aerei, il rischio riscontrato finora è stato pressoché nullo”, ha affermato ad esempio il capitano della Marina Militare Roberto Borè. “Non possiamo dire che i fenomeni aerei anomali siano dannosi per le nostri operazioni. Un’interazione tra gli UAP e gli esseri umani, buona o cattiva, per ora è inesistente nei nostri cieli, almeno per quanto ne so io.” Ancora più esplicito il generale Mercado:“Se i fenomeni aerei anomali mostrano un comportamento intelligente, come tanti testimoni affermano, e se noi ammettiamo questo fatto, allora dobbiamo analizzare l’intenzione che sta dietro a questa intelligenza, qualsiasi cosa sia- forse, una forma di energia, non importa. Ciò che importa è quella intelligenza. Se è davvero così, dobbiamo chiederci: ha mostrato ostilità o condotto manovre esplicitamente minacciose? Ha mai attaccato un velivolo? Ad oggi, non sembra questo il caso. Non possiamo considerare una minaccia ciò o chi non ha mai mostrato palesi intenzioni di nuocere. E se non bastasse, non ne conosciamo neppure l’esatta natura!” Ha preso la parola anche il capo dei controllori di volo, Mauricio Blanco. Il suo ruolo l’ha portato spesso a confrontarsi con avvistamenti di puntini luminosi dal comportamento insolito apparsi sui radar della nazione sudamericana. Nel 2012, proprio a Leslie Kean aveva mostrato il registro nel quale le segnalazioni Ufo vengono annotate prima di essere inviate all’attenzione del CEFAA. Esse sono rigorosamente scritte a mano, per evitare che possano essere cancellate (volontariamente o per errore) dai file dei computer e anche per riconoscere, dalla grafia, chi ne sia stato l’autore.“In aeronautica, dobbiamo misurare il rischio in modo scientifico e abbiamo tutti gli strumenti per farlo”, ha detto al tavolo del dibattito. “Abbiamo stabilito una matrice di rischio, sulla base di possibilità e probabilità. Per i fenomeni aerei anomali, il livello è molto basso.” Gli esperti hanno convenuto che, fino ad oggi, sono stati visti solo gli effetti degli UAP, catturati da foto, video, testimonianze. Ciò non di meno, è possibile affermare che tali fenomeni esistono. Ma senza una precisa definizione della loro origine, non si può definire una strategia per interagire con essi. Inoltre, statistiche alla mano, per i voli aerei- civili e militari- incontrare un Ufo è assai meno pericoloso che incrociare uno stormo di uccelli.



Ecco dunque l’esito della riunione: “Sulla base delle valutazioni emerse, la commissione ha concluso che i Fenomeni Aerei Anomali non rappresentano una minaccia o un pericolo per le operazioni aeree, civili o militari.” Ad oggi, nessuna prova ha potuto dimostrare in modo incontrovertibile che un Ufo sia mai stato coinvolto in un incidente di volo. Dunque, gli oggetti volanti non identificati- qualunque sia la loro natura e la loro provenienza- sono stati assolti.
Argomento chiuso? Niente affatto. A differenza del Ministero della Difesa britannico, che ha ufficialmente interrotto le indagini in materia proprio per la non pericolosità degli Ufo, in Cile si vuole indagare ancora. Non fosse altro per scoprire ciò che la scienza ancora non sa spiegare. “Circa l’85% del pubblico crede a questo fenomeno, abbiamo il dovere di capire di cosa si tratti”, ha detto Josè Lay, responsabile delle Relazioni Internazionali del CEFAA.”Questa, per il governo, dovrebbe essere una ragione sufficiente per continuare a ricercarne l’origine.” 



18 agosto 2014

RIMINI: L'ASSESSORE MIRRA PUBBLICA IL SUO AVVISTAMENTO UFO SU FACEBOOK

Vincenzo Mirra assessore della Mobilità in Provincia di Rimini attraverso la sua pagina Facebook ha reso noto di aver assistito ad un avvistamento UFO dalla terrazza della sua casa di Rimini la notte tra il 12 e 13 agosto 2014.  





Ecco le sue testuali parole pubblicate su un post della sua pagina social di Facebook e riprese dal quotidiano Altarimini: "Ho avvistato un U.F.O.!!!! "Questa mattina, 13 agosto 2014, in piena notte, alle ore 3:47, ero sul terrazzo di casa mia in Via Vittime Civili di Guerra per rinfresrmi dal gran caldo. Stavo guardando il cielo e, dopo aver visto un paio di stelle cadenti, e' apparso un oggetto volante non identificato. L'oggetto volava verso est ed era "a forma di triangolo con carena, ha attraversato il cielo in un paio di secondi". "L'oggetto volante volava ad una altezza di 800/1000 metri con una rotta sud-nord" continua Mirra "sopra il profilo dei palazzi di fronte al mio terrazzo, non emetteva nessun rumore e non presentava nessuna luce, il colore era simile ad uno specchio grigio che rifletteva le luci sottostanti. Una bella esperienza! Nell'intervista pubblicata su Il Resto del Carlino Mirra ha aggiunto altri particolari: "Sembrava fatto di acciaio e cristallo, e rifletteva le luci sottostanti, quelle della città» racconta Mirra. «E' stato velocissimo e il suo passaggio è durato una manciata di secondi appena: ma sono sicuro di averlo visto. Questo è un evento che non mi riesco a spiegare». 


Sul GdM di Agosto -Settembre,intervista ad Alfredo Lissoni.

Sul GdM di Agosto - Settembre troverete la mia intervista all'ufologo Alfredo Lissoni.Per trovare il giornale ecco il link: http://www.ilgiornaledeimisteri.it/.  Sotto la copertina.




Fonte: Salvatore Giusa

13 agosto 2014

Buone vacanze!

Gli aggiornamenti riprenderanno dopo Ferragosto,il tempo di riposarci per qualche giorno.Un saluto a tutti gli amici e i visitatori che mi seguono e un buon ferragosto a tutti!!







Salvatore Giusa

12 agosto 2014

Avvistato presunto ufo a Lecce


Continuano gli avvistamenti di strani oggetti non identificati nei cieli pugliesi, in altri termini UFO. Da Foggia a Santa Maria di Leuca il fenomeno sembra aver subito un inaspettato incremento, o forse l'incidenza degli avvistamenti non è mutata quanto, al contrario, l'utilizzo dei social network, che consentono un informazione più ampia e virale. La testimonianza che oggi vi riportiamo ci giunge da Lecce, perla del Barocco, culla del simbolismo massonico-esoterico e, forse, meta per viaggiatori extra dimensionali... Chissà! A darci notizia è A. P. (il testimone vuole restare anonimo per motivi personali), di anni 28, uomo


Salve A. P., potresti raccontarci quanto hai visto?

Erano le ore 21:55 circa. Mi trovavo presso Castromediano (Lecce). Una luce rossa – arancione, molto intensa e fissa, si alza verticalmente ad alta velocità (da Castromediano in direzione ospedale Vito Fazzi tra San Cesario di Lecce e Lecce). Inizialmente credevo fosse la solita lanterna cinese. Ma una volta raggiunta una determinata altezza,e non parliamo di 100-200 metri ma di alta quota, inizia a spostarsi orizzontalmente alla stessa velocità per poi sparire in lontananza.

Perché definisci l'oggetto un UFO?
Lo definisco UFO perché per quanto sia potuto assomigliare ad una stella o ad un asteroide entrato in atmosfera, non credo che quest'ultimi possano cambiare direzione! 

Hai sentito suoni particolari durante l'avvistamento?
Non si udiva nessun suono ed era una luce rossa/arancione unica, non intermittente che si alzava verticalmente,fermata per qualche secondo ad una certa quota per poi proseguire orizzontalmente al velocità elevata 

Hai detto che era in direzione Ospedale Vito Fazzi, escludi che potesse trattarsi di un eliambulanza? 


Lo escludo al 100 %. Si spostava in direzione San Cesario di Lecce, l'ospedale è citato in modo approssimativo per meglio definire la posizione, l'oggetto era molto distante. Per farti capire io da via Leuca (Castromediano - Lecce) guardavo in direzione di Via dell'abate, Viale grassi. L'oggetto si spostava verso San Cesario di Lecce, l'ospedale sarebbe a metà strada.

Aveva una forma definita?
Per quello che potevo vedere, sembrava sferica. È difficile definirlo con una forma specifica, ripeto, somigliava all'immagine di un asteroide, quelle viste in tanti films, solo che questo si alzava verso il cielo per poi sparire con un veloce movimento orizzontale.

Grazie per questa tua testimonianza A. P.

Oggetti volanti non identificati si registrano ogni giorno in tutto il mondo, non è detto che siano da ricondurre, per forza di cose, a tecnologia non umana.

Per alcuni potrebbero essere prototipi militari, per altri illusioni ottiche dovute a particolari condizioni atmosferiche, certamente quello degli UFO è uno dei misteri più affascinanti del pianeta.

di Contino Mario, Presidente Associazione Italiana Ricercatori del Mistero

11 agosto 2014

BRASILE: SFERE DI LUCE / UFO SULLA CITTÀ' DI SAN PAOLO?

LUCI SU SAN PAOLO 8 AGOSTO 2014, UFO?
Uno spettacolare avvistamento di luci danzanti non identificate si sono manifestate nel cielo della città di San Paolo del Brasile la sera dell'8 agosto 2014 e ad assistere sono state diverse persone in quel momento riunite in una festa. Il fatto è stato registrato e pubblicato dal Canale YouTube “Pisosmadera”.


Si è valutata l'ipotesi, tra i testimoni, che si trattasse di aerei o di droni telecomandati a distanza ma le evoluzioni erratiche, la velocità impressionante con cui si muovono a zig-zag nel cielo hanno escluso al momento questa possibilità. Potrebbero essere realmente delle sfere di luce / UFO sulla città di San Paolo? la città tra l'altro non nuova ad avvistamenti di presenze aliene nel suoi cieli. 


A voi il giudizio finale.



 

10 agosto 2014

Audizione del Congresso a favore della divulgazione di visite extraterrestri sul nostro pianeta ha una nuova data


Lo scorso aprile, abbiamo riportato qui su UFO Oggi udienza del Congresso a favore della divulgazione della presenza extraterrestre sul nostro pianeta, un evento  promosso da Stephen Bassett, direttore del Gruppo   di ricerca , è stata rinviata a causa di problemi che non sono stati segnalati in tempo. Tuttavia, l'evento è stato riprogrammato per il 5 novembre di quest'anno, il giorno dopo l'elezione degli Stati Uniti. Secondo le informazioni ricevute, la nuova data è stata scelta principalmente a causa di eventi avversi durante la politica degli Stati Uniti ciclo elettorale. Per coloro che non sono ancora informati, questa audizione al Congresso degli Stati Uniti, servirà a dimostrare   la realtà della presenza extraterrestre su questo pianeta,  

Speriamo che questa volta tutto va bene.





 

UFO - NUOVI INDIZI SULLA SCOMPARSA DEL PILOTA AUSTRALIANO FREDERICK VALENTICH

Gli investigatori hanno gettato nuova luce su uno dei più grandi misteri dell’aviazione Australiana. 36 anni dopo che il pilota Frederick Valentich e’ scomparso senza lasciare alcuna traccia, un ricercatore indipendente afferma di avere delle prove che il Cessna sarebbe stato avvistato nel cielo dell’Australia meridionale mentre veniva avvicinato da un UFO. 
FREDERICH VALENTICH

QUESTA FOTOGRAFIA E' STATA SCATTATA AL LARGO DI CAPE OTWAY 20 MINUTI PRIMA DELLA SCOMPARSA DEL PILOTA FREDERICK VALENTICH  


Un gruppo di ricercatori e appassionati Ufo intende fornire il loro aiuto con lo scopo di identificare un contadino residente nei pressi di Adelaide il quale avrebbe visto un misterioso oggetto volante sopra la sua proprietà la mattina successiva la scomparsa del pilota Valentich.




Si sostiene che il Cessna sarebbe stato bloccato dal misterioso velivolo, che gli avrebbe provocato delle perdite di olio. Inoltre il contadino sostiene di avere segnato sul suo trattore il numero dentificativo del misterioso velivolo, ma temendo di essere ridicolizzato dai pochi amici che aveva evito’ di raccontare la sua storia. Questa nuova teoria ha scatenato un furioso dibattito tra i ricercatori UFO Australiani che il prossimo mese organizzeranno una conferenza nazionale a Melbourne. L’investigatore George Simpson, una delle ultime persone a vedere l'aereo, afferma che il contadino, se ancora vivo, potrebbe avere delle informazioni che potrebbero risolvere il mistero. 

Egli ha ammesso nonostante non avesse alcuna prova: "E 'facile per alcuni licenziare su due piedi l’accaduto, ma ci sono storie concordanti che confermano che quel giorno c'era un UFO nei cieli di Adelaide". Quel mese di ottobre del 1978 il pilota Valentich stava effettuando il solito volo cargo su King Island, quando è scomparso.Nella sua ultima conversazione con il controllo del traffico aereo, ha riferito di un oggetto in bilico di fronte a lui che non aveva l’aspetto di un aereo tradizionale. Fu l'ultima cosa che Valentich riusci’ a comunicare prima della comparsa di uno strano ticchettio metallico ascoltato anche dal controllo del traffico aereo che precedette l’interruzione improvvisa delle trasmissioni radio. Le ampie ricerche condotte all’epoca non riuscirono a trovare alcuna traccia dell’aereo o del pilota scomparso.  "Valentich era un pilota esperto che avrebbe dovuto essere in grado di identificare un altro aeromobile,anche se in quelle circostanze era chiaramente impossibile", ha affermato Simpson. Ad infittire il mistero, una foto amatoriale scattata nella zona quella sera mostra nel cielo una forma scura non identificabile. Gli investigatori stanno cercando di ottenere una copia della trasmissione finale di Valentich originariamente andata in onda su radio Melbourne 3XY. Il caso Valentich rimane uno dei casi irrisolti che verra' trattato nel corso della conferenza Aussie X-files che si terra' il prossimo 6 settembre 2014.   


9 agosto 2014

Governo brasiliano rilascia altri documenti segreti su gli UFO

 Dopo lo storico incontro presso il Ministero della Difesa a Brasilia il 18 aprile 2013, tra i rappresentanti delle Forze Armate e del Comitato Brasiliano di ufologi (CBU), è stato previsto l'istituzione definitiva di cooperazione tra civili e militari sulla questione UFO in Brasile. Purtroppo non era quello che è successo e la comunità brasiliana UFO si sono chiesti se i loro sforzi sarebbero vani. Tuttavia, in questo Giovedi, 7 agosto, infine, una nuova serie di documenti è stato rilasciato, sempre grazie agli sforzi del Comitato Brasiliano di ufologi (CBU) all'interno delle campagna UFOs: Freedom of Information Now di UFO Magazine. Un'analisi preliminare mostra che i documenti portano informazioni straordinaria, come descritto di seguito. Documenti disponibili per la pubblica consultazione presso il sito National Archives, o il Archives Sistema Informativo Nazionale (SIAN) contengono informazioni sugli UFO compilati dagli ufficiali delle Forze aeree. E per la prima volta, tra i quali sono VHS e cassette, e altre informazioni contenenti filmati di oggetti non identificati e registrazioni tra piloti e controllori del traffico aereo. Tuttavia, il più sorprendente in tutto il materiale è di oltre 500 pagine che costituiscono due report statistici del Comando brasiliano Difesa Aerospaziale (Comdabra), quasi una sintesi di tutti i casi portati all'attenzione della Forza Aerea Brasiliana (FAB), anni '50 al 2000. Dall'inizio dell'anno 2014 queste due relazioni sono stati classificati come legge brasiliana segreto. Si sapeva della sua esistenza dall'inizio del 2002, quando l'allora deputato e giornalista Celso Russomanno riferito sul suo Nigth trasmissione sera And Day, Network TV nelle copertine dei libri, dimostrato dal comandante della Comdabra tempo, brigadiere José Carlos Pereira.Da allora, tali documenti classificati sono stati oggetto di reiterate richieste CBU, tra cui la visita dei membri della Commissione ha fatto Cindacta dove sono strutture per il Comdabra, nel maggio 2005, tuttavia, solo dopo l'entrata in vigore della legge di accesso di informazione (CBULAI) 2011 è diventato una possibile azione legale contro il Ministero della Difesa al fine di ottenere la declassificazione delle informazioni in materia, tra cui i notebook di cui sopra.



 

CHE FINE HA FATTO MCKINNON? LAVORA SUL WEB.

Vi sembrerà strano ma il famoso hacker inglese, Gary McKinnon, accusato qualche anno fa di aver violato la rete informatica del Pentagono e della NASA alla ricerca di prove occultate sull'esistenza aliena, sembra averla fatta franca in tutti i sensi.

Oltre a non essere stato più estradato verso gli Stati Uniti, dove avrebbe rischiato di scontare un pena carceraria di almeno 60 anni, sembra abbia superato anche il divieto, imposto precedentemente dal governo inglese, di poter navigare liberamente sul web.

In effetti, oggi, il Signor Mckinnon, su internet è presente eccome, anzi ci lavora ufficialmente: non potendo uscire dal proprio paese (per ovvi motivi) e grazie all’ottima preparazione informatica di cui dispone, si occupa di ottimizzazione di siti internet sui principali motori di ricerca (SEO). Un lavoro alquanto remunerativo che gli ha permesso finalmente di iniziare una nuova vita, dimenticando la triste disavventura..

In bocca al lupo, Gary!!


8 agosto 2014

Una notte dedicata al "Mistero"

Martedì prossimo, 12 agosto, il nostro primo incontro col pubblico nel sud Italia. Proietteremo video sul grande schermo del Festival, parleremo del programma TV, dei libri e del magazine di Mistero. 
E ci sarà una rilevazione in diretta nel castello "infestato" che domina Pisticci (provincia di Matera, a due passi dal Mar Ionio). A compierla i ragazzi del Paranormal Investigation Team, collaboratori del format televisivo. Dunque, Mistero a 360 grandi, compresa una parte live.  Ma tutto il Festival sarà uno splendido evento. Vi aspettiamo!

Fonte: Ade Capone.

7 agosto 2014

Diversi UFO fotografati su Bugarach, Francia


L’avvistamento risale al 19 giugno 2014, ed e’ stato segnalato da un turista britannico mentre si trovava in vacanza in Francia.


La scorsa primavera, il turista, la cui identità non è stata rivelata, ha deciso di visitare un piccolo villaggio che nel 2012 ha fatto parlare molto di se’: Bugarach. 
In questo luogo pittoresco ci sono numerose leggende che circolano tra gli appassionati UFO in quanto doveva essere l'unico luogo sulla Terra destinato a sopravvivere alla fine del mondo del 21 dicembre 2012.Il cielo era chiaro, per cui il testimone ha colto l'occasione per scattare alcune foto del paesaggio selvaggio che gli veniva offerto dalla natura.Tornando a casa, in Inghilterra, il testimone ha scoperto con grande sorpresa la presenza di diversi UFO su alcuni scatti fotografici. Su una di queste foto, si puo’ notare un piccolo oggetto nero con forme arrotondate e dall'aspetto metallico. Nelle altre immagini, si possono vedere diverse sfere bianche leggermente brillanti.Queste foto non fanno altro che alimentare l'alone di mistero che circonda il famoso villaggio di Bugarach famoso in tutto il mondo .

DOCUMENTI GIAPPONESI DI TACHENOUCHI RACCONTANO LA CREAZIONE UMANA DEGLI DEI

Antichi documenti giapponesi parlerebbero della creazione umana dell'uomo terrestre da parte degli "Dei" del cielo, ossia i moderni extraterrestri; questo vuol dire che non vi è stata alcuna evoluzione dell'essere umano. Questi manoscritti sono stati riscritti da un uomo di nome Takenouchi Matori più di 1.500 anni fa in un misto di caratteri giapponesi e cinesi, su provenienza di testi ancora più antichi.   La leggenda giapponese dice che i documenti originali sono stati scritti in caratteri divini molti millenni fa dagli Dei e raccontano della genesi dell’umanità in un modo che non è mai stato detto prima, a partire dall'inizio della creazione fino alla nascita del cristianesimo. Si parla di un'epoca del nostro antico passato dove l'uomo viveva in pace e in armonia con se stesso e il mondo intorno, sotto la supervisione del figlio di un Dio Supremo. I documenti Takenouchi sono stati custoditi fino ad oggi dalla famiglia Takenouchi, legittimi discendenti di Takenouchi Matori, figlio del leggendario eroe giapponese Takenouchi no Sukune. Secondo l'autore Kiku Yamane nel suo libro "La storia autentica del Mondo Secreted Away in Japan" afferma che i manoscritti originali sono stati tramandati di generazione in generazione e cutoditi all’interno del Santuario Kosokotaijingu in Mount Omijin nella prefettura di Toyama. Non è chiaro come Takenouchino Matori ha tradotto il presunto 'linguaggio divino', ma secondo le trascrizioni moderne, i documenti Takenouchi descrivono la storia di tutte le nazioni dell’Era 'Divina'.  Essi parlano di un mondo antico che si è evoluto in quattro differenti periodi di tempo a partire da 300 miliardi di anni fa. 

Sette generazioni di "divinità celesti" nell'era Tenjin, [Ogni generazione ha sotto-generazioni nell’era Tenjin (7 generazioni),

L'era Joko / Koto composta da 25 generazioni
La dinastia Fukiaezu composta da 73 generazioni
La dinastia Kanyamato, che comprende 125 generazioni, a partire dal 660DC e continua fino a oggi. 
In principio, raccontano questi documenti, che il mondo era costituito da un mare di fango e che sono occorsi 22 miliardi di anni per formarsi cosi’ come lo conosciamo oggi. Il primo Dio emerse, e i cieli e la terra vennero separati e venne creato il Sole e la Luna mentre a poco a poco, la Terra prendeva forma nel corso di un periodo di 6 generazioni. Nella quinta generazione, gli Dei hanno dato vita al Creatore delle Nazioni, che è disceso al Monte Kurai in Giappone, vestito in un corpo 'brillante'. Durante il periodo della settima generazione, vari esseri svilupparono tecnologie compreso il trasporto e la scrittura, il controllo del tempo, la tecnologia agricola e computer. Questa settima generazione ha favorito l'inizio del lignaggio dei piu’ grandi imperatori del mondo a partire da Sumero-Mikoto, una antica parola giapponese. I documenti Takenouchi riferiscono che Sumero-Mikoto era considerato come il 'Figlio del Sole', dal momento che è disceso dal dio del sole. I figli del Dio Sole hanno dato inizio a una antica ed elevata dinastia e dopo 8.000 milioni anni, i loro figli e figlie sono stati inviati in tutto il mondo per creare le proprie nazioni.  



Nei documenti Takenouchi, il racconto della creazione umana non segue il sentiero dell'evoluzione. Piuttosto, erano gli Dei quelli che hanno creato gli esseri umani, e i figli degli Dei a loro volta hanno creato cinque tipi di persone di colore (bianco, rosso, blu, giallo e nero) che si sono dispersi su tutta la Terra. Il quel periodo il Giappone era diventato il centro del mondo, da dove gli dei crearono razze che si sono disperse verso l'esterno. Il Koto era stato il grembo della creazione di un governo mondiale unificato sotto il regno del primo imperatore dio, la Sumera-Mikoto che aveva diviso il mondo in 16 regioni con il Giappone al centro, alla nomina di un re che doveva governare su ogni regione. Il sedicesimo petalo del crisantemo, simboleggia il mondo e le sue 16 regioni. Questo stemma, oggi conosciuto come il Sigillo floreale del crisantemo è ancora oggi utilizzato come il Sigillo Imperiale del Giappone, uno stemma usato dai membri della famiglia imperiale giapponese. Secondo la Costituzione Meiji (1890-1947), a nessuno era permesso di usare il Sigillo Imperiale, tranne all'imperatore del Giappone. 

 

6 agosto 2014

DETTAGLIATO AVVISTAMENTO UFO DA PARTE DI UN EMINENTE SCIENZIATO CINESE NELL’ANNO MILLE

Shen Kuo è stato un geologo, astronomo, ambasciatore, matematico, cartografo, zoologo, botanico, generale, ingegnere idraulico, farmacologo cinese, nonché autore e burocrate della Dinastia Song (960-1279) in Cina. Tra i suoi scritti, che coprono molti argomenti, esiste anche un documento che descrive in dettaglio l'avvistamento di un oggetto volante non identificato.



Nel 1970, ll professor Zhang Longqiao, del dipartimento cinese del Peking Teachers College, scoprì un brano contenuto in un libro scritto da un famoso scienziato cinese dell’anno 1000, Shen Kuo (1031-1095), nel quale sembra essere registrato in maniera dettagliata un vero e proprio avvistamento UFO.

Il libro, dal titolo “Mengxi Bitan”, è ritenuta dagli storici una fonte autorevole, soprattutto per il fatto di essere stato scritto da Shen Kuo, uno dei più grandi scienziati cinesi del 11° secolo. Kuo, infatti, è stato un astronomo, matematico, geologo, zoologo, diplomatico, ingegnere, inventore, musicista, ministro delle finanze, e altro ancora, vissuto durante il governo della dinastia Song (960-1127).

Nel testo dello scienziato cinese è possibile leggere quanto segue:

“Negli anni dell’Impero Jiayou (1056-1064) un oggetto volante luminoso, simile ad una perla, ha fatto spesso la sua comparsa sulla prospera città di Yangzhou, nella provincia di Jiangsu, soprattutto di notte. In un primo momento l’oggetto è stato visto su un lago di Tienzhang, nella contea di Anhui, e successivamente sul Lago Pishe, a nord ovest di Gaoyou County nel Jiangsu. Successivamente, fu visto spesso dagli abitanti locali vicino al lago Xingkai. Una notte, un uomo che vive in riva al lago, nel corso dei suoi studi all’aperto, si trovo di fronte alla perla splendente. L’oggetto aprì la sua porta e una marea di luce intensa, simile ai raggi di sole, schizzo fuori di esso. [...] La luce bianco-argento intenso era troppo forte per gli occhi umani; la sua intensità era tale da proiettare ombre di ogni albero in un raggio di dieci chilometri. Lo spettacolo era simile al sorgere del Sole. Poi, tutto ad un tratto, l’oggetto è decollato a una velocità tremenda, per poi scendere nel lago come il sole che tramonta”.

“Dopo che la perla fece la sua comparsa nella città di Fanliang a Yangzhou, gli abitanti locali, che l’avevano vista di frequente, costruirono un padiglione sul ciglio della strada, chiamandolo “Il Padiglione della Perla”. Molti curiosi venivano da lontano in barca, in attesa di poter vedere la perla imprevedibile”. Il professor Zhang è incline a ritenere che questa testimonianza, così chiara e semplice, potrebbe fornire un indizio in grande stile che un oggetto volante proveniente da un altro pianeta è atterrato da qualche parte vicino Yangzhou nell’11° secolo.È evidente che il racconto di Shen Kuo non si basa su allucinazioni, visioni religiose o cose simili, ha detto Zhang. Nemmeno creature bioluminescenti, come le lucciole, sarebbero state sufficientemente gigantesche per essere descritte come così luminose da non poter essere viste ad occhio nudo. E poi, è altamente improbabile che uno scienziato come Kuo scambiasse lucciole per astronavi! Nello stesso libro, Shen Kuo descrive altre osservazioni scientifiche che, alla luce di quanto sappiamo oggi, risultano estremamente accurate. Ad esempio, è stato il primo pensatore a fornire una descrizione dettagliata del funzionamento della bussola magnetica. Poi, formulò un’ipotesi per la formazione della terra (geomorfologia), basandosi sull'osservazione di fossili marini trovati nelle Montagne di Taihang, della deposizione di limo, dell’erosione del suolo. Col suo collega, l’astronomo Wei Pu, studiò il moto della Luna e sviluppò diversi strumenti astronomici. Inoltre, sostenne la teoria che le maree fossero collegate al moto lunare e ipotizzò che il Sole e la Luna fossero corpi sferici, invece che piatti.


Ufo Robot Goldrake in DVD con Gazzetta dello Sport e Corriere della Sera

Il terzo atto della trilogia dei Mazinger, testa di ponte dell’invasione degli anime alla fine degli Anni 70, debutta in edicola con una collezione di DVD.


Il mese scorso Yamato Video ha annunciato l’acquisizione delle serie animate robotiche classiche diGo Nagai — Ufo Robot Grendizer/Goldrake, Mazinger Z, Il Grande Mazinger e Jeeg Robot d’Acciaio. E sarà proprio Goldrake a inaugurare questa terza fase di recupero e presentazione del materiale animato nagaiano in Italia, iniziata con la pubblicazione delle produzioni più recenti (Amon, Getter Robot The Last Day, Shin Mazinger Z) e proseguita con le statuine da collezione della Go Nagai Robot Collection. Il 28 Agosto sarà quindi disponibile in tutte le edicole il primo dvd di Goldrake, in collaborazione con laGazzetta dello Sport e il Corriere della Sera. Al momento non sono disponibili i dettagli dell’edizione; Yamato aveva anticipato che sarebbe stato incluso il doppiaggio storico.

5 agosto 2014

I NINGEN; le misteriose creature umanoidi che si nascondono sotto l’Artico

Le vaste e misteriose profondità degli oceani sono piene di strane creature che non hanno mai visto la luce del sole. Mentre molte persone sono convinte che i mari sono pieni di forme di vita a noi sconosciute, molti altre sono riluttanti ad ammettere l'esistenza di altre specie veramente gigantesche che sono in attesa di essere scoperte nelle profondità degli abissi insondabili . Una di queste creature è il Ningen.Il "Ningen" (che in giapponese significa "umano") è una creatura colossale e sarebbe stata vista per la prima volta dai pescatori del Pacifico nel 1990. Gli espertiti pescatori rimasero sorpresi dalle dimensioni di questo mostro, e ancor più sorpresi dalla forma chiaramente umanoide di questa bestia che sembrava essere apparentemente albina. Secondo i rapporti, il Ningen è una creatura che misura tra i 18 e i 27 metri di lunghezza, ed e’ stata decritta simile a una pallida balena con la testa, dorso e appendici simili a quelle di un essere umano.Alcuni testimoni hanno riferito che la bestia aveva una coda come quella di una sirena e delle gambe posteriori, anche se altri affermano di aver visto degli arti con cinque dita alle estremità. Queste creature sono state avvistate nel Pacifico, in Antartide e nell'Atlantico e sono state sempre descritte insolitamente grandi e con una carnagione biancastra. Si dice anche che queste creature non hanno i tratti del viso ad eccezione di due caratteristiche insolite, grandi occhi e una bocca enorme. 
Secondo alcuni rapporti, queste creature sono per lo più notturne e vivono nelle fredde acque artiche.Le prime relazioni su queste bestie marine risalgono nel XX secolo, ed è strano considerando che i marinai per secoli hanno viaggiato attraverso tutti i mari del mondo senza fare una sola menzione di queste strane creature. Esistono veramente?

3 agosto 2014

Fotografato un ufo in Ucraina

  Straordinarie foto di un ufo ripresi in  Ucraina.Sotto la sequenza delle foto.





fonte: http://ovnihoje.com

INDIA: FOTOGRAFATO UN OGGETTO NON IDENTIFICATO?



La foto, che risale a circa un mese fa, è stata scattata da un treno in sosta presso la stazione ferroviaria di Falaknuma Palace, in India. Il testimone afferma di non aver notato nulla ad occhio nudo in quanto il suo desiderio era solo di fotografare il palazzo in cima alla collina, situato in prossimità della cittadina di Hyderabad. E’ soltanto nei giorni scorsi che l’uomo, effettuando il download delle immagini sul pc, si è accorto che in una delle due foto che ritraggono la località, vi era impresso un oggetto di origini sconosciute situato a bassa quota.
Confrontando le immagini in suo possesso, l’uomo ha ipotizzato dapprima il passaggio di un aereo (il luogo è vicino ad un aeroporto internazionale) ma il brevissimo lasso di tempo (circa 5 secondi) tra lo scatto dove è presente l’oggetto ed il seguente, dove non vi è nulla di anomalo, ha reso sicuramente vana l’ipotesi stessa lasciando spazio a supposizioni ben più misteriose.


Archivio