31 gennaio 2014

Un enorme UFO triangolare ripreso in Francia

                                                                 Fonte di riferimento

Relazione del 23 gennaio 2014.
Un enorme UFO triangolare è stato girato in pieno giorno nelle campagne della Francia.
L'evento e' stato documentato qui di seguito anche se le immagini parlano da sole.Il 23 gennaio 2014 intorno alle ore 10:00, il cielo era completamente sereno. Una persona che preferisce mantenere l'anonimato riferisce di avere visto tre puntini bianchi muoversi molto lentamente attraverso il cielo. Questa e' la sua testmonianza;.
"Quella bella mattina in campagna ho ripreso una bella formazione triangolare nel cielo blu. Mi chiedo ancora se erano tre sfere separate o se appartenevano ad un unico e trasparente oggetto utilizzato per lo spionaggio nella regione. " Il testimone afferma che questa scena è durata circa 52 secondi ed è stato girata con una Panasonic SDR-S70.



                                                                                           Fonte video:WTFflow

Fonte:  misteroufo.blogspot.i

30 gennaio 2014

Ufo triangolare a Lecce nei Marsi.

Ufo a Lecce nei Marsi. Quello a Lecce nei Marsi è uno di quegli oggetti volanti non identificati che ti lasciano alquanto perplessi, perché vi sono diversi elementi che non facilmente trovano una spiegazione razionale. Ma andiamo con ordine. Cominciamo dall'inizio. Antonio, nome di fantasia, contatta il C.UFO.M., affermando di aver filmato un ufo a Lecce nei Marsi, incantevole paese situato a quasi mille metri sul livello del mare ed immerso nel paradiso naturalistico del Parco degli Abruzzi. Il nostro testimone, quella sera del 18 novembre 2013, intorno alle ore 18 e 30, era intento a parlare con altre persone e non immaginava certo che si sarebbe manifestato un ufo a Lecce nei Marsi. Ad un certo punto, alzando lo sguardo al cielo, nota qualcosa di inusuale: tre luci poste a triangolo che volavano proprio sopra la loro testa. Il tempo era buono, il vento assente. Gli astanti parlavano tra di loro non riuscendo a capire cosa fosse. Un drone? Ma l’ipotesi forse è da scartare in quanto l’oggetto aveva una quota bassissima e non si udiva nemmeno un rumore nonostante volasse bassissimo a poche centinaia di metri di quota, ed era davvero enorme. Infatti, l’ufo a Lecce nei Marsi, questo enorme triangolo volante, aveva la lunghezza di ogni lato dell’apparente triangolo equilatero che si osservava ornato ai vertici da tre luci, era di circa 50 metri dicono i testimoni.


Un’enormità. Quest’ufo o presunto tale, aveva la direzione da nord a sud. Colui che ha girato il video, per l’appunto Antonio dice: ”Ho avvistato sopra di me l’oggetto. Esso si dirigeva verso sud in direzione della montagna con andamento molto lento, tanto che in alcuni frangenti sembrava fermo”. Poi, dopo una cinquantina di secondi, l’ufo scompariva dalla visuale coperto da un edificio, così come confermato dal video. A proposito del filmato. Lo stiamo preparando al meglio e lo vedrete tra pochi giorni. Abbiamo un tantino cambiato la solita prassi degli avvistamenti. In alto a questa pagine, poco sotto la pubblicità, vedete un trailer molto suggestivo, che solo ed esclusivamente su questo sito è visualizzabile.Esso, altro non è che l’anteprima del filmato che, ripetiamo, vedrete qui e sul nostro canale CUFOMCHANNEL di youtube, entro pochi giorni in originale e lavorato con l’apposizione di alcuni filtri per rendere visibile al meglio l’oggetto. Vi possiamo anticipare che dalle prime analisi, si osserva una stranissima intermittenza che dalle prime impressioni ha ben poco di convenzionale. Stiamo inoltre cercando di chiarire un altro grosso mistero: ad un certo punto, da questo enorme triangolo volante nero, sembrano fuoriuscire degli oggetti più piccoli. Solo effetti ottici? E’ quanto stiamo cercando di appurare. Insomma, l’ufo a Lecce nei Marsi desterà sicuramente molta curiosità. Sul lato strettamente più tecnico, ipotesi, casistica e quant’altro ne saprete di più nei prossimi giorni. Vi assicuriamo che il video di quest’ufo a Lecce nei Marsi che vedrete al più presto vi intrigherà parecchio.Avrete anche dettagli tecnici.

29 gennaio 2014

Ufo in un Arazzo del Medioevo.

'Il Trionfo dell'estate' è un arazzo prodotto nel 1538 d.C. Nella città di Bruges, Belgio. L'opera rappresenta l'ascesa vittoriosa di un sovrano al potere. Tuttavia c'è qualcosa di molto insolito raffigurato nell'arazzo, che facilmente potrebbero passare inosservati e che ricordano la forma dei classici 'dischi volanti' resi popolari dai mass media.


La città di Bruges è la capitale, e la città più grande della provincia delle Fiandre Occidentali, della regione fiamminga del Belgio, nel nord-ovest del paese.
Le origini della città risalgono ad epoca pre-romana ed è stata oggetto di numerose invasioni, soprattutto a causa della sua posizione strategica. Nel museo cittadino Bayerisches Nationalmuseum è esposto un arazzo donato dalla Hypo Vereinsbank UniCredit Bank AG. Se si guarda con attenzione nella parte alta dell’opera, praticamente nel cielo, si noteranno una serie di curiosi oggetti a forma di cappello nero sospesi nell’aria e che non hanno paralleli con nessun’altra rappresentazione religiosa del periodo medievale. Molto simili ai dischi volanti raffigurati e fotografati in molte occasioni. Come riporta Ancient Origins, alcuni esperti hanno suggerito che gli oggetti rappresenterebbero il favore divino all'ascesa al potere del sovrano ritratto nell'opera. Ma da quando dei curiosi oggetti neri a forma di disco volante sono considerati un simbolo della manifestazione divina? E se lo sono, perché? Se le persone di quel periodo hanno interpretato i ‘cappelli volanti’ alla divinità, significa che hanno visto realmente questi oggetti nel cielo considerandoli un fenomeno ‘divino’? Naturalmente, tra gli interpreti c’è chi ha risolto la questione spiegando che gli oggetti neri volanti non sono altro che nuvole dalla forma strana…



Viene osservato uno strano oggetto a Dillon,Montana Stati Uniti.


Il 23 Gennaio un residente di Dillon ha visto una enorme palla di fuoco nel cielo, poco prima delle 08:00 di Martedì. Ruth Jackson di Dillon il testimone ha parlato alla NBC Montana al telefono confermando che non aveva idea di cosa stava guardando, ma è riuscito a scattare una foto. 

28 gennaio 2014

Ufo in Belgio il 15 Maggio 2013.

Riceviamo e pubblichiamo una foto estratta da un filmato.Si nota  una sfera vista volare nel cielo del Belgio il 15 Maggio 2013 alle ore 21.08.A dare notizia è la nostra corrispondente dal Belgio M.M. Ecco la descrizione dell'avvistamento raccontata dalla testimone: mentre stendevo i panni ,guardavo il cielo e mi vedo avvicinare una insolita sfera ho aspettato che si avvicinasse e l'ho ripresa con il mio cell..sorvolava molto lentamente ed era bianca con una striscia rossa intorno l'altezza tra i 25-30 metri,lo seguita per alcuni istante poi la sfera si allontanata non riuscendo a venderla più!!


Prossimamente verranno pubblicati altri video di presunti  avvistamenti ufo avvenuti in Belgio nel 2013,che per motivi di tempo non sono stati ancora pubblicati. Si ringrazia la nostra corrispondente   M.M

video


Di Salvatore Giusa

26 gennaio 2014

Spettacolari 'pilastri' di luce appaiono in Ohio e in Finlandia.

                                                                                              Fonte di riferimento

Mansfield, Ohio - In una notte limpida e fredda,numerosi fasci di luce sembravano provenire dal terreno e dirigersi verso il cielo. Su Fox 8 News alcuni spettatori avevano segnalato il fenomeno che si sarebbe verificato a Mansfield nella notte tra Martedì e Mercoledì scorso.


                                                                                                 Mansfield, Ohio


Hämeenlinna Finlandia
© foto di:Mika Wist

Anche il fotografo finlandese Mika Wist, che vive nella città meridionale di Hämeenlinna avrebbe catturato delle colonne di luce dal suo balcone Martedì la stessa sera. Il fotografo Mika Wist ha scitto tramite e-mail che: "Questi pilastri sono comparsi nella parte sud della Finlandia intorno alle ore 20.00-21.00 e il fenomeno è durato per circa un'ora " . I raggi celesti di vari colori erano abbastanza luminosi per essere visti in modo nitido nonostante la luce soffusa della città. Anche se questi pilastri potrebbero sembrare simili a delle aurore boreali, essi in realtà vengono creati dalla luci non schermate dell' ambiente urbano, come ha spiegato il meteorologo spaziale della NASA Tony Phillips. Ultimamente, nelle comunità di tutto il Circolo Polare Artico,numerose persone avrebbero visto queste strane luci colorate nel cielo. I pilastri di luce sono provocati dai cristalli di ghiaccio presenti nell'aria che intercettano le luci urbane e le sviluppa in colonne colorate. Nessuna attività solare è necessaria per il fenomeno. Gli unici ingredienti sono di ghiaccio e l'inquinamento luminoso.

25 gennaio 2014

Gli Usa alzano la prima parabola del Muos mentre Crocetta inaugura la Radioterapia.


Gela. Mentre il presidente della Regione, Rosario Crocetta inaugurava formalmente la Radioterapia nella sua città, Gela, a pochi chilometri di distanza, quasi per una nefasta coincidenza, veniva innalzata la prima parabola del MUOS, il sistema bel­lico sta­tu­ni­tense.Gli attivisti non si arrendono ma le operazioni di completamento del sistema satellitare proseguono senza sosta. Ieri mat­tina c’è stato l’arrivo della grande gru, che oggi è ser­vita per sol­le­vare la prima para­bola. Nei pros­simi giorni le altre due. Poi inizieranno i test. Sarà un caso che nei giorni scorsi sulle teste dei gelesi sorvolavano potenti aerei di cui si sconosce la provenienza e la motivazione? Di certo la strana e preoccupante coincidenza non è passata inosservata. Gli americani proseguono nella loro opera. Noi inauguriamo la Radioterapia, che evidentemente potrà tornarci molto, purtroppo, utile.

MISTERIOSA STRAGE DI ANIMALI IN RUSSIA.


Misteriosa moria di animali in Russia. Misteriosa moria di animali in Russia.
A Beloomut, un villaggio situato alle porte di Mosca, si è infatti consumata una vera e propria strage di pecore (circa 56 capi), misteriosamente attaccate da qualcosa di sconosciuto. I fatti sono accaduti il 13 ed il 16 gennaio ma già un caso simile era stato denunciato lo scorso dicembre. Sul terreno del recinto che custodiva i poveri animali non è stata trovata alcuna traccia di intrusione, né umana né animale.
Alcuni presunti testimoni oculari avrebbero raccontato di aver visto, nelle immediate vicinanze del luogo ove si è consumato il macabro rito, una strana creatura con la testa di cane ed il corpo simile ad un canguro che si aggirava furtivamente. In base a questa ricostruzione è scattata subito l’esotica ipotesi del Chupacabra, una creatura leggendaria (o forse no) molto nota nelle zone del sud America (ma anche ìn altre parti del globo) generalmente ritenuta responsabile delle cosiddette “cattle mutilations” (in italiano, mutilazioni sul bestiame), un fenomeno ancora misterioso le cui caratteristiche (ad esempio la totale assenza di sangue nell’animale ucciso, orrende mutilazioni chirurgiche) sono degne dei miglior film dell’orrore. Nelle ultime ore, nuove segnalazioni su questa presenza sono giunte da altri villaggi attigui a Beloomut, rispettivamente a nord, est e sud-est di Mosca: qui la creatura avrebbe mietuto vittime anche tra pollame e conigli sempre con la medesima tecnica.
Le autorità russe, stanno indagando a fondo su questi nuovi eventi che rischiano di instaurare un vero e proprio clima di tensione tra la popolazione locale, cercando prove che portino ad una rapida soluzione del caso e all'individuazione di eventuali responsabili. Per il momento nessuna ipotesi è stata esclusa ed è stato raccomandato agli abitanti locali di rimanere in casa, soprattutto nelle ore notturne.


24 gennaio 2014

Filmato un OVNI a Monte Hermoso


Il video di un presunto UFO al largo della costa di Monte Hermoso è stato postato su YouTube poche ore fa e sta già guadagnando l'attenzione nelle reti sociali. Si tratta di un filmato girato da casa da Bahiense Mitilli Leandro, lo strano oggetto luminoso appare e scompare nel fondo del mare.


Incredibile UFO Vicino Space Station 24 gennaio 2014?



E stato ripreso un UFO vicino alla Stazione Spaziale Internazionale, l'ufo visto come una forte luce si è diretto verso la parete esterna della ISS stessa. Incredibile.Altri casi sono avvenuti nelle vicinanze della iss,cosa succede nello spazio? Guarda foto e video.


23 gennaio 2014

UFO - CONSIGLIO DI Lolladoff, STRANIERI DI 12.000 ANNI FA!

Sembra che l'Egitto non è l'unico posto che è stato visitato da extraterrestri in tempi antichi. Questo piatto chiamato 'La piastra Lolladoff' ed è datato 12 mila anni di età, piatto di pietra trovata in Nepal. Esso mostra chiaramente un disco a forma di UFO. C'è anche una figura a disco con notevolmente simile a un alieno grigio.(Grigio).Si noti la forma di galassia a spirale, come pure, con l'alieno al suo interno e la ufo all'inizio di esso.Le galassie sono disponibili in forme a spirale e in tutta l'India, l'Egitto e Perù e altri siti antichi la forma a spirale è spesso visto. L'ordine delle immagini a spirale è significativa se in realtà questo è un vero e proprio artefatto ..

In primo luogo, un rettile, poi le creature del mare, poi grigio, poi una navicella spaziale e, infine, un mammifero.Questa galassia a spirale rischia di dirci che hanno volato qui da un'altra galassia, probabilmente la spirale era il loro simbolo indicante la conoscenza dell'universo, come la spirale è la più ampiamente riconosciuto dell'universo e la sua creazione. La forma a spirale significa anche energia. La spirale è una forma geometrica trovato in molti luoghi in tutta la natura, in molte culture antiche è ritratto e dato un grande significato. Due delle forme a spirale più popolari, tuttavia, non sempre curva circolare o di forma sono la spirale di Fibonacci e Golden. La spirale è ben rappresentato attraverso la geometria sacra. 



22 gennaio 2014

L’UFO di Brema? Un multicottero


L’UFO che ha volato sopra Brema era un mini aereo telecomandato. Lo ha riferito una inchiesta effettuata dalla polizia. La fonte dell’avvistamento, con ogni probabilità, proveniva da un modello di velivolo o multicottero, ha riferito l’addetto stampa della polizia Dirk Siemering. Dopo aver esaminato più di 50 segnalazioni di oggetti volanti non identificati e una serie di interviste con i testimoni, gli investigatori sono certi che il velivolo non portasse nessun individuo a bordo. Il velivolo, che ha ostacolato il traffico aereo il giorno 6 gennaio 2014, era invece un aereo modellino fatto volare da un appassionato.
Traduzione e adattamento a cura di Antonio De Comite tramite Google Translation.
Fonte articolo    http://ufoedintorni.wordpress.com     (link)

Bruno Ghibaudi - disco volante su Roma 1963

Intervista a Bruno Ghibauidi, giornalista aeronautico e scientifico. Da "I Misteri di Roma" 1963 documentario di Cesare Zavattini da la sua testimonianza sul fenomeno e mostra le riprese di un disco volante di tipo campanulare (adamskiano) che compie evoluzioni sulla verticale dell'osservatorio astronomico di Monte Mario.
Ghibaudi pubblicò sulla Domenica del Corriere del 15 Aprile 1962 un articolo e foto riguardanti i dischi volanti fotografati dal pittore Gaspare De Lama su Milano nel 1961.



21 gennaio 2014

Ricercatori notano insolita attività solare e sospettano piccola era glaciale.


L’attività del Sole è al suo minimo da 100 anni, gli scienziati hanno avvertito. Secondo gli scienziati le condizioni sono stranamente simili a quelle prima del minimo di Maunder, un periodo nel 1645, quando avvenne di colpo una “mini-era glaciale”, che causò il congelamento del fiume Tamigi di Londra. I ricercatori credono che la tregua solare potrebbe causare grandi cambiamenti, e affermano che c’è una probabilità del 20% che potrebbe portare a “grandi cambiamenti” della temperatura. ‘Qualunque misura si utilizzi, i picchi solari stanno scendendo,’ afferma Richard Harrison del Rutherford Appleton Laboratory nell’Oxfordshire ha detto alla BBC. ‘Sono stato un fisico solare per 30 anni, e non ho mai visto nulla di simile.’ Dice che il fenomeno potrebbe portare ad inverni più freddi simili a quelle durante il minimo di Maunder. ‘Ci sono stati inverni freddi, quasi una mini era glaciale. ‘Fu un periodo in cui il Tamigi gelò.’ Lucie Green dell’UCL ritiene che le cose potrebbero essere diverse questa volta a causa dell’attività umana.
‘Abbiamo 400 anni di osservazioni, ed è in una fase molto simile a come era nel runup al minimo di Maunder. ‘Il mondo in cui viviamo oggi è molto diverso, l’attività umana può contrastare questo – è difficile dire quali siano le conseguenze.’ Mike Lockwood dell’University of Reading dice che le basse temperature potrebbero influenzare la corrente a getto globale, causando il crollo dei sistemi meteorologici. ‘Stimiamo che entro 40 anni possa esserci la probabilità del 10-20% di nuovo Maunder Minimum del territorio’, ha detto. L’anno scorso la Nasa ha avvertito ‘qualcosa di inaspettato’ sta accadendo sul Sole’. Quest’anno doveva essere l’anno del ‘massimo solare,’ il picco del ciclo delle macchie solari di 11 anni. Ma, come rivela questa immagine, l’attività solare è relativamente bassa. ‘Il numero di macchie solari è ben al di sotto dei valori a partire dal 2011, e i forti brillamenti solari sono stati infrequenti’, dice l’agenzia spaziale. L’immagine qui sotto mostra la superficie rivolta verso la Terra del Sole il 28 febbraio 2013, come ha rilevato l’Imager eliosismici e magnetica (HMI) su Solar Dynamics Observatory della NASA: Essa ha rilevato solo un paio di piccole macchie solari su un viso altrimenti pulito, che di solito è pieno di molti punti durante l’alta attività solare. Gli esperti sono rimasti sconcertati dall’apparente mancanza di attività – con molti a chiedersi se la NASA ha semplicemente sbagliato. Tuttavia, il fisico solare Dean Pesnell del NASA Goddard Space Flight Center crede di avere una spiegazione diversa. ‘Questo è il massimo solare,’ dice. ‘Ma sembra diverso da quello che ci aspettavamo, perché è ha raggiunto il picco al doppio.’ ‘Gli ultimi due massimi solari, intorno al 1989 e 2001, hanno avuto non uno ma due picchi.’ L’attività solare è salita, immersa, poi si alzò di nuovo, l’esecuzione di un mini-ciclo che è durato circa due anni, ha detto. La stessa cosa potrebbe accadere ora, come conteggiano le macchie solari saltate nel 2011 e immersi nel 2012, credono. Pesnell aspetta il rimbalzo già avvenuto nel 2013: ‘Mi trovo a mio agio nel dire che un altro picco sia avvenuto nel 2013 e forse l’ultimo nel 2014.’ Ha notato una somiglianza tra il ciclo solare 24 e il ciclo solare 14, che aveva un doppio picco durante il primo decennio del 20 ° secolo. Se i due cicli sono gemelli, ‘vorrebbe dire un picco alla fine del 2013 e un altro nel 2015′.

20 gennaio 2014

Sfera di fuoco più pazza dell' universo sui cieli tedeschi- 19.01.2014.



Questo video appena rilasciato da Dahboo777 condivide ciò che egli ritiene essere una ‘sfera di fuoco più pazza’ che ha mai visto. Una meteora che fa tagli netti più volte durante il volo! Si tratta di un UFO? E ‘una specie di un aeromobile o anche una meteora? Ogni uno si darà la propria risposte di che cosa si tratta, ma se è una meteora, in definitiva è una meteora più pazza del universo. Eh, davvero, oggi non puoi fidarti più di nulla. Dove sono finiti i tempi quando le meteore seguivano le leggi della fisica? Mi sono divertita guardando questo video e ridevo come una piccola bambina. Ma credo che riderò ancora di più ascoltando spiegazioni ufficiali di questo fenomeno che era visto da più centinaia di persone.





CANADA: TESTIMONIANZE PLURIME PER UN AVVISTAMENTO UFO.


Numerose segnalazioni in merito all’avvistamento di luci anomale sono giunte alle autorità canadesi da diversi testimoni della cittadina si Saint-Adolphe-d'Howard, nel Quebec. L’evento risale alle ore 18:00 locali del 9 gennaio 2014. Tra le testimonianze spiccano quelle di una famiglia che afferma di vedere questi fenomeni da almeno tre anni e di una giornalista del sito d’informazione QMI Agency che ha dichiarato di aver osservato, per almeno 45 minuti, l'apparizione di una decina di oggetti sconosciuti. L’evento è avvenuto nelle immediate vicinanze della residenza di un uomo d’affari locale, Benoit Meilleur, anche lui noto per aver avuto un avvistamento simile nel 2011. In quella occasione l’uomo, che osservò un oggetto di forma triangolare sorvolare lentamente a bassa quota la sua abitazione, allertò addirittura la polizia provinciale ed il NORAD, il Comando di Difesa Aerospaziale del Nord-America, il quale liquidò bruscamente la sua segnalazione chiedendogli se fosse addirittura ubriaco. Meilleur ha rivelato inoltre che oggetti di origine non identificata appaiono abitualmente quasi ogni sera nell’arco temporale tra le 18:00 e le 20:00. L’agenzia d’informazione QMI ha dichiarato inoltre di aver contattato anche il Dipartimento della Difesa il quale ha negato di essere a conoscenza del fenomeno in questione.


18 gennaio 2014

Mars, pietra appare misteriosamente in Rover Images



Gli scienziati della NASA sono sconcertati da un pezzo di roccia che si è misteriosamente comparsa davanti al Mars rover Opportunity. La roccia a forma di ciambella di dimensioni, soprannominata Pinnacle Island, la foto risale a pochi giorni fa, ma è notevolmente assente dalle foto scattate all'inizio di questo mese. Il rover a sei ruote non si è mosso per diverse settimane a causa di condizioni meteorologiche irregolari sul Pianeta Rosso. La notizia della strana roccia è stata annunciata dalla NASA Mars Exploration Rover. Lo scienziato, Steve Squyres,ci spiega che l'improvvisa apparizione della pietra ha un paio di possibili spiegazioni: il rover potrebbe avere trascinato l'oggetto durante la sua navigazione con un terreno molto difficile, la secoda ipotesi, la roccia potrebbe aver atterrato sulla superficie di Marte dopo un impatto meteorico nelle vicinanze. I ricercatori dicono che la prima spiegazione è più probabile. Hanno in programma di studiare la roccia ulteriore per determinare da dove è venuto.
Chi lo sa?


STONEHENGE: SCOPERTO IL LUOGO DI ORIGINE DEI MONOLITI


Lo studio approfondito della pietra utilizzata per erigere Stonehenge ha permesso ad un gruppo di geologi del Galles di individuare il luogo di origine dei monoliti. La ricerca sarà pubblicata sul Journal of Archaeological Science entro i prossimi tre mesi.

Il luogo di origine delle enormi pietre utilizzate per erigere il sito di Stonehenge è sempre stata una delle grandi domande che gli archeologi si sono posti negli ultimi anni. Ora, un gruppo di geologi gallesi ha eseguito una serie di nuovi studi che ha permesso di individuare con più precisione il luogo di origine dei monoliti. A darne notizia è il quotidiano localeWestern Mail. Tuttavia, la ricerca verrà pubblicata sul Journal of Archaeological Science solo tra tre mesi. Secondo i risultati del nuovo studio, le pietre sono state trasportate da una collina nel Pembrokeshire, Galles, a circa 200 km di distanza dal sito di Stonehenge e circa a 2 km di distanza da dove si era ritenuto per quasi un secolo. Le pietre, infatti, si ritenevano provenire da un’altra collina chiamata Carn Meini, teoria basata sulla ricerca eseguita nel 1923 da H.H. Thomas, ma con l’ausilio di nuove tecniche di analisi, i ricercatori sono stati in grado di individuare con precisione il luogo di origine dei monoliti. Attraverso il confronto tra la scansione a raggi X della dolerite (o diabase) di Stonehenge e quella presente in una una collina chiamata Carn Geodog, i geologi hanno confermato che quest’ultima è la vera cava originaria da dove sono stati tratti i monoliti. Il nome della pietra in realtà si riferisce alla dolerite maculata, una roccia ignea che appare di colore blu quando frantumata, presentando piccole sferule di feldspati e altri minerali che si sono uniti alla roccia fusa diverse ere geologiche fa. Il team di geologi, composto dal dottor Richard Bevins, Custode di Scienze Naturali presso il Museo Nazionale del Galles, il dottor Rob Ixer dell’University College di Londra, e il professor Nick Pearce di conferma Aberystwyth, hanno ottenuto conferma per la pubblicazione del loro studio da parte del Journal of Archaeological Science. E’ un progetto incredibilmente eccitante”, ha detto Bevins. “Abbiamo ottenuto conferma della pubblicazione dopo che i nostri risultati sono stati verificati”. Tuttavia, la ricerca non è in grado di spiegare in che modo le pietre sono state trasportate dal luogo di origine fino a Stonehenge. Si è molto di dibattuto su come i monoliti siano potuto arrivati fino alla piana di Salisbury, e al riguardo sono state avanzate diverse ipotesi. Alcuni ricercatori pensano che le rocce siano state trasportate dai movimenti naturali della roccia durante l’ultima era glaciale. Tuttavia, i segni dei movimenti glaciali lasciati nella regione non è in grado di supportare questa ipotesi: “Se sono stati spostati durante l’ultima era glaciale, certamente deve esserci una prova fisica”, ha spiegato Bevins al Western Mail. I ricercatori sono più propensi a spiegare lo spostamento con il trasporto umano, anche se non è chiaro se i monoliti, ciascuno dal peso di diverse tonnellate, siano stati trascinate via terra oppure fatte ‘galleggiare’ su zattere via fiume.
Ad ogni modo, ora che è stata localizzata l’origine delle pietre, gli scienziati potrebbero essere in grado di svelare il mistero che circonda la tecnica di trasporto dei monoliti. Eppure, anche se si capisse in che modo sono stati trasportati i monoliti, rimane un altro grande enigma: perchè i nostri antenati hanno deciso di utilizzare pietre tanto lontane per costruire Stonehenge, invece si utilizzare le pietre che già erano sul posto. Per ora, la questione rimane irrisolta
.

17 gennaio 2014

CAPOVILLA, il cardinale e gli ET

Tra i cardinali nominati da Papa Francesco ve n’è uno, ormai novantottenne, che ha una storia particolare.Che in questo momento vale la pena ricordare, vista la sua eccezionale attualità. E che fa presagire che il simpatico neopromosso abbia da riferirci ancora qualcos'altro

Nel 1961, due anni prima di morire, Angelo Roncalli, il Papa Buono, avrebbe incontrato un alieno. L’incontro sarebbe avvenuto nei giardini di Castel Gandolo. Alla presenza di un testimone speciale: Loris Francesco Capovilla. Il segretario particolare di Papa Giovanni XXIII. La notizia apparve su un quotidiano inglese e fu poi ripresa dal Sun nel 1985. Ma nessuno ci fece caso. Oggi quell’incontro torna alla ribalta grazie ad un filmato apparso su YouTube. E fa il giro del mondo. Ecco tutta la storia di un “contatto” molto particolare.


di SONIA T. CAROBI


Camminavano. Il lago a pochi passi, il silenzio di uno dei borghi più belli d’Italia. Camminavano. Come avevano fatto mille volte in quegli splendidi pomeriggi d’estate. Uno a fianco all'altro. Come due amici. Come persone qualsiasi. Che hanno voglia di starsene un po’ in disparte. Fuori dalla routine quotidiana.
Era luglio. Un pomeriggio di luglio del 1961, quando accadde. “Li avevamo sopra le nostre teste. Luci. Erano luci colorate. Azzurro. Arancio. Ambra. Qualche minuto, e poi…”. E poi, accadde. L’imponderabile. L’impossibile. Ciò che è difficile anche da raccontare. E allora tutto d’un fiato. Le luci sono astronavi. Le astronavi sono dischi nel cielo turchino d’un pomeriggio qualunque a Castel Gandolfo. Si muovono silenziose. Stanno per qualche minuto su quelle due figure inconfondibili che camminano fianco a fianco. Come persone qualsiasi. Poi il contatto. Una delle astronavi si stacca dallo stormo. Atterra. Si ferma “nel lato sud del giardino”. Il portellone si apre e dalla carlinga viene fuori qualcosa. E’ “assolutamente umano”. Solo che. Solo che… ha una luce intorno. Una luce che lo avvolge.


Caddero in ginocchio. I due. Poi Lui si alzò e andò senza esitare verso l’Uomo. Verso quell'essere “assolutamente umano” avvolto da una luce tenue, delicata. Penetrante. Parlarono. “Per circa venti minuti”. Ma non si potevano sentire quelle voci. “Non sentii nulla”. Ma parlavano. Gesticolavano. Per venti minuti. 1200, infiniti, secondi. Poi l’Uomo voltò le spalle e se ne ritornò da dove era arrivato. Lui mi guardò. E pianse.
Sembra l’incipit di un romanzo di fantascienza da quattro soldi. Eppure una ventina d’anni dopo il Sun lo spara in prima pagina. Attribuendo il racconto niente meno che a Loris Francesco Capovilla. Arcivescovo Loris Francesco Capovilla. Il segretario personale di Angelo Giuseppe Roncalli. Papa Giovanni XXIII. Il Papa Buono. Ed ora, l’articolo e quello strano silenzio che seguì alla clamorosa rivelazione, sta facendo il giro del mondo. Grazie al Web. Grazie a YouTube. Angelo Roncalli, riconosciuto formalmente “beato” da papa Giovanni Paolo II il 3 settembre del 2000, incontrò un alieno nella sua residenza di Castel Gandolfo. Alle porte di Roma. Era il luglio del 1961. Testimone di quell'incredibile “contatto” il suo segretario personale. L’uomo che da anni è considerato la memoria vivente di uno dei pontefici più amati della storia.  Loris Francesco Capovilla. Arcivescovo di Chieti, prelato di Loreto. Notoriamente apprezzato per la sua serietà e il suo rigore. Per anni Roncalli si tenne dentro il ricordo di quel pomeriggio. E anche io ho rispettato il suo silenzio. Loro parlavano. E non mi chiesero di avvicinarmi. Era giusto così. Ma non potrò mai dimenticare le parole di sua santità quando l’Uomo si allontanò e scomparve con la sua astronave: i figli di Dio sono dappertutto. Anche se a volte abbiamo difficoltà a riconoscere i nostri stessi fratelli”. Questo avrebbe detto papa Roncalli all'arcivescovo Capovilla. Cinquantanni dopo il racconto di quello strano pomeriggio ritorna in tutto il suo mistero. Lasciando dubbi, perplessità, ma anche un filo di speranza in quanti da anni sono alla caccia di un prova definitiva. Una prova che possa dimostrare l’esistenza di razze aliene. Noi non commentiamo. Riportiamo i fatti così come li ha raccontati il Sun e come vengono riportati in queste ore su alcuni filmati che girano all’impazzata su YouTube. Una sola cosa vale la pena ricordare. Dopo la mancata conferenza di Obama su gli Ufo e sulle presenze extraterrestri sul nostro pianeta il Vaticano fu il primo stato ad uscire allo scoperto con una dichiarazione che fece molto scalpore: “nonostante l’astrobiologia sia un campo nuovo e un argomento ancora in fase di sviluppo, le domande riguardanti l’origine della vita e la sua esistenza da qualche altra parte nell'universo sono molto interessanti e meritano seria considerazione. Questi interrogativi hanno molte implicazioni filosofiche e teologiche”. Firmato Josè Fùnes. 46 anni, nato a Cordoba, in Argentina, è da qualche anno il nuovo direttore della Specola Vaticana, l’osservatorio astronomico della Santa Sede.

Fonte: Fonte Gialli.it  


 

Oggetto misterioso nei cieli dell'Irpinia


di Barbara Ciarcia

Uno scatto ”alieno”. E uno scatto, ma di stupore e sconcerto, lo ha fatto l'impiegato di Torre le Nocelle, appassionato di fotografia, quando ha scaricato quella foto sul suo pc. Il presunto disco volante è una macchia scura sospesa a mezz'aria, e in pieno giorno, sull'abitato del piccolo borgo della media valle del Calore. Sembra sfiorare lo skyline di Montefusco. Un punto nitido, largo e schiacciato alle estremità. Un oggetto non meglio identificato, come lo chiama la scienza in questi casi, che sembra dispiegare le sue ali come un'aquila. Ma non si tratta affatto di un rapace, né di un'altra specie di volatile, né tanto meno di un drone per le riprese aeree. Lo hanno confermato all'impiegato che lo ha immortalato alcuni cacciatori e qualche esperto di tecnologie avanzate. E quella foto che ha fatto molto presto il giro della rete ha destato subito l'attenzione e la curiosità del responsabile del Centro Ufologico di Benevento, Angelo Carannante.

16 gennaio 2014

Ufo Sicilia.Le tre foto più fantastiche!

Fiumefreddo di Sicilia (Catania), 10 aprile 2008

Un testimone, da sempre appassionato di fotografia paesaggistica,mi racconta come è quando fece la spettacolare foto: Il 10 Aprile 2008 alle ore 7.33 del mattino, prima di andare al lavoro in ufficio, scatto alcune foto panoramiche con la mia macchina-digitale. L’orientamento è da Sud in direzione Nord. E’ una bella giornata e realizzo due scatti. «Oltre un anno dopo, ed esattamente alla fine del mese di agosto 2009, mentre sono intento ad archiviare le foto accumulatesi senza essere ordinate a causa della mancanza di tempo, noto che la foto scattata in quella mattina d’aprile (di cui allego un ritaglio) presenta tre “macchioline” in direzione delle alture ricadenti sul territorio di Calatabiano (Comune confinante col lato Nord di Fiumefreddo di Sicilia). «Pensando ad una possibile macchia provocata magari dallo sporco depositato sul sensore o sull’obbiettivo della fotocamera, avvio il programma di fotoritocco per porre rimedio a quanto avvenuto in fase di ripresa. Ma con sommo stupore noto che ingrandendo i particolari con lo strumento zoom, le presunte “macchioline” lasciano il posto ad “oggetti” di forma discoidale, con tanto di cupola nella parte superiore. Aumentando pesantemente il contrasto, ogni possibile dubbio svanisce del tutto. Non si trattava infatti, a mio avviso, né di palloni sonda, né di volatili e né, tanto meno, di velivoli convenzionali di uso terrestre.



S. Giovanni Montebello Giarre (Catania), 9 ottobre 2009



Nella piccola frazione di Giarre (CT), il signor Vincenzo Tropea, intorno alle dieci del mattino, realizza degli scatti panoramici in direzione del vulcano Etna con la sua macchina fotografica appena acquistata. Tornato a casa dopo un’intera giornata trascorsa a fotografare, rivede le foto sul computer, ed in una di esse nota una strana macchia che, ingrandita, si mostra come un oggetto a forma discoidale dai contorni ben definiti e con ben distinti tutti i particolari dello strano scafo. Trattasi indubbiamente di una delle migliori foto di ufo tra quelle scattate in Sicilia negli ultimi cinquantanni.

Turista francese avvista Ufo a Giardini Naxos

Un altra testimonianza degna di nota:
Ho scattato questa foto il 15 Agosto alle ore 15:10, ero in un albergo di Taormina quando ho visto un punto nero su Giardini Naxos (traiettoria: Catania Messina) a circa 2000-3000 metri. Ho fatto un zoom x20 a 5 milioni di Pixels; ma con in sole non si vedeva bene lo strano oggetto perché in controluce, pensavo fosse un’aquila oppure una vela. Quando sono rientrato in casa in Francia ho messo tutto sul computer ed è apparsa questa foto: molto strana, no?».


Di Salvatore Giusa

Agenzia di stampa iraniana sostiene che gli alieni avrebbero aiutato Hitler


L'agenzia di stampa iraniana sostiene che i documenti forniti dall'ex dipendente del National Security Agency (NSA) Edward Snowden dimostrano che "una intelligenza extraterrestre sta guidando la politica interna e internazionale degli Stati Uniti, la cui ingerenza sarebbe iniziata nel 1945."
La Fars News Agency afferma che il governo ombra alieno che opera negli Stati Uniti si sarebbe stabilito in Nevada, e che questi alieni avrebbero precedentemente influenzato la politica della Germania nazista. In una relazione pubblicata sul Washington Post , si legge che gli alieni avrebbero condizionato segretamente i nazisti, e che grazie a loro la Germania verso la fine della guerra era riuscita a costruire centinaia di sottomarini avanzatissimi, molto più di quanto sarebbe stato possibile con la mera tecnologia umana.
Nella relazione si legge inoltre che tutto cio' non spiega perché gli alieni che sono in grado di fare viaggi interstellari si erano limitati a costruire dei sottomarini che erano così vulnerabili ed incapaci di battersi contro la marina britannica, o perché gli onnipotenti extraterrestri che stavano aiutando i nazisti non furono in grado di resistere e respingere l'invasione delle forze alleate la cui tecnologia era paragonabile a quella dei cavernicoli se confrontata con quella degli alieni.



Viene da pensare che l'aiuto fornito da questi alieni e' stato piuttosto insignificante.A quanto pare l'ingerenza aliena sarebbe iniziata appena dopo perso la guerra affermandosi come i controllori segreti del governo degli Stati Uniti. L'agenzia di stampa Iraniana Fars news sostiene che Snowden avrebbe fornito documenti comprovanti queste accuse al servizio di sicurezza federale russo (FSB). Inoltre queste affermazioni sono avvalorate dalle recenti dichiarazioni fatte dall' ex ministro canadese della Difesa Paul Hellyer. L'agenzia sostiene che all'ex Ministro Hellyer era stato dato accesso a tutti i documenti di Snowden che erano stati consegnati al FSB che ne ha confermato la loro attendibilita'. Inoltre l'agenzia di stampa Iraniana riferisce che Snowden sarebbe apparso nel programma della Russia Today SophieCo dove avrebbe annunciato che gli alieni visitano la Terra da migliaia di anni, e che molti di loro lavorano e collaborano con la US Air Force in Nevada.
Ma le dichiarazioni dell'ex Ministro Hellyer su SophieCo sono difficilmente dimostrabili dai documenti visto che Edward Snowden gli ha consegnati recentemente all' FSB .
Nel corso degli anni l'ex Ministro Hellyer è sempre stato esplicito sulle sue convinzioni extraterrestri . Egli aveva anche discusso su queste stesse questioni durante l'audizione del Citizen 2013 e durante la divulgazione tenutasi presso il National Press Club di Washington, DC.
Secondo la Fars News, le autorità russe sono più preoccupate per la "conferma" che gli extraterrestri che controllano gli Stati Uniti, noti come "Bianchi Alti," apparterrebbero alla stessa razza extraterrestre che avrebbero favorito l'ascesa al potere della Germania nazista nel corso del 1930. Come sottolinea il Washington Post, "le notizie semi-ufficiali iraniane hanno qualcosa a che fare con la loro reputazione di avere cospirato il teorismo con lo scopo di portarlo al livello successivo." L'unica fonte a sostegno di tali incredibili affermazioni fatte dalla Fars News Agency

Fonte:

15 gennaio 2014

Carcasse di mucche mutilate scoperte sulle spiagge della Svezia


Le carcasse di otto mucche sono state scoperte sulla sponda svedese la scorsa settimana, molte di loro avevano le zampe legate e le orecchie tagliate, lasciando alla polizia nel sud della Svezia il compito di risolvere un vero e proprio rompicapo attraverso un'inchiesta finalizzata a scoprire la provenienza e le cause della morte degli animali.



Lo strano fenomeno sta accadendo dallo scorso 29 dicembre 2013 in Danimarca e Svezia, dove sono state ritrovate undici carcasse di mucche spiaggiate sulle coste (per la precisione si tratta di otto animali che sono stati rinvenuti dai turisti sulle spiagge del sud della Svezia, mentre gli altri tre sono stati recuperati in Danimarca).
"Questo è un caso molto insolito", ha dichiarato Jimmy Moden, un portavoce del Dipartimento di Polizia di Skan. "Il primo rapporto è pervenuto alla vigilia del nuovo anno e un successivo rapporto ci e' giunto il 4 gennaio, e un terzo è stato segnalato il giorno 5. Ieri, abbiamo ricevuto una nuova segnalazione ". La prima mucca è stata trovata nel porto di Gislöv e da allora altre carcasse sono state trovate in Smygehamn, Beddingestrand e Falsterbo, in un area che si estende per una distanza di oltre 56 miglia dalla costa meridionale della Svezia. "Ero in cerca di pietre d'ambra lungo la spiaggia di Falsterbo quando ho visto la presenza della carcassa di una mucca morta", ha riferito Mikael Lönnström al giornale Expressen. Molte delle vacche avevano le gambe legate, indicando che gli animali erano stati immobilizzati. La questione è se le mucche sono state uccise prima che fossero gettate in acqua. "La nostra ipotesi è che le mucche sono state gettate in acqua da una nave", ha dichiarato Moden.


http://misteroufo.blogspot.it






L'Agenzia Spaziale Europea e l'azienda Sierra Nevada Corporation collaboreranno insieme per la nuova navetta orbitale Dream Chaser


NEWS SPAZIO :- Ecco un'altra ottima notizia, specialmente per noi Europei. L'azienda privata Sierra Nevada Corporation (SNC) e l'Agenzia Spaziale Europea (ESA) hanno firmato un accordo per identificare aree di collaborazione con le industrie spaziali Europei per lo sviluppo di hardware e mission concept per la nuova navetta orbitale Dream Chaser.
Conosciamo già la navetta di SNC, ne stiamo seguendo lo sviluppo da tempo ormai (andate qui). SNC è una delle 5 aziende che nel 2010 ricevette finanziamenti NASA per l'avanzamento di un concept per la realizzazione di una navetta spaziale per il trasporto di esseri umani in orbita Terrestre, e più in generale una delle 7 aziende impegnate nell'ambito del programma NASA Commercial Crew Program (CCP), Commercial Crew Development Round 2 (CCDev2). Il 2017 è l'anno in cui si vedranno i primi frutti del programma CCP, in cui cioè dovrebbero iniziare voli privati di aziene USA per il trasporto di astronauti Americani sulla Stazione Spaziale Internazionale.
ESA lavorerà con SNC per identificare come le conoscenze, la comptenza, l'hardware e software Europei possano essere utilizzati per promuovere le capacità della navetta orbitale. Allo studio è anche la possibilità di creare un consorzio industriale che includa i partner Europei per l'utilizzo del Dream Chaser per missioni spaziali Europee.
Vi sarà una prima fase di valutazione e pianificazione che avrà luogo per tutto il 2014, dopodiché ESA e SNC si aspettano di continuare il proprio rapporto con un agreement a lungo termine. E' probabile che via via che la collaborazione si approfondisca possano aggiungersi nuovi agreement che vedranno Dream Chaser al centro di missioni ESA.
Quindi, in sostanza si avrà una sorta di Collaborazione Internazionale tra un ente spaziale pubblico Europeo ed un'azienda spaziale privata Americana, insieme per rendere più concreto e fattibile un importante asset per la comunità spaziale Internazionale, il trasporto di esseri umani in orbita.
Direi che non c'è male, vero?


Fonte dati, ESA.

Archivio